Home Municipi Municipio VIII

Tor Marancia: ancora attese per lo spostamento della Scuola Media in via Odescalchi

Poche decine di metri da una sede all’altra sembrano essere diventate un ostacolo insormontabile

SHARE

 

L’INCONTRO MANCATO – Doveva tenersi ieri l’incontro risolutivo sulla vicenda del trasferimento della Scuola Media Tor Marancia, ma purtroppo tutto è stato rimandato. Sono i rappresentati del Comitato Genitori e Insegnati, Nando Bonessio e Fabio Giardinetti, a rendere noto quanto accaduto. “A seguito di regolare convocazione – scrivono in una nota – i Dirigenti Scolastici dei due istituti si sono presentati alle ore 12,30 presso la sede di via Ribotta per “formalizzare” il contestuale trasferimento delle rispettive sedi”. Purtroppo l’incontro è stato annullato dato che dal Dipartimento Patrimonio di Roma Capitale si era proceduto a convocare l’ottavo sopralluogo presso l’immobile di via Odescalchi 98, previsto per domani mattina alle ore 9,30.

LA STORIA – Dalla metà degli anni ’90, a causa della necessità di sedi per gli Istituti Superiori, l’edificio scolastico di proprietà comunale di via C.T. Odescalchi 98, fu ceduto in comodato d’uso alla ex Provincia di Roma, Ora Città Metropolitana. Contestualmente la Scuola Media di Tor Marancia, dipendente dall’IC Poggiali-Spizzichino, fu relegata al terzo piano di un altro edificio della zona privo di laboratori, aula magna, cortile e palestra. Tale situazione ha negli anni determinato la disaffezione dell’utenza ed ha quasi portato alla soppressione della scuola media del quartiere. “Dal mese di dicembre dello scorso anno – spiegano il Prof. Nando Bonessio in rappresentanza dei lavoratori e il Dott. Fabio Giardinetti, come Presidente del Consiglio d’Istituto – si è creata un’opportunità per rilanciare un così importante servizio di scuola dell’obbligo e fare in modo che il quartiere non perdesse un altro presidio culturale fondamentale”. Infatti il Liceo Artistico Caravaggio ha rinunciato, a causa del numero delle iscrizioni e delle poche unità di ausiliari disponibili, all’utilizzo dell’edificio di via Odescalchi 98 che risulta in buone condizioni ma inutilizzato e quindi disponibile al ritorno della Scuola Media.

LA RICADUTE SULLE ISCRIZIONI – Purtroppo questa vicenda sta causando non pochi problemi in vista del nuovo anno scolastico. “Non sappiamo se la questione, ormai oggetto di confronto da circa 8 mesi e condivisa nella soluzione da tutti i rappresentanti politici ed amministrativi, sia stata sottovalutata o male affrontata per mancanza di competenza ed esperienza, quello che sappiamo e che i cittadini e l’utenza sono scandalizzati che ancora oggi, giunti 19 giugno, le famiglie degli studenti non sanno se il prossimo anno i loro figli potranno frequentare una scuola degna di questo nome”. A quanto riferito sono infatti molte le famiglie risiedenti nel quartiere ad aver scelto altre scuole del territorio per propri figli; mentre Tor Marancia continua a subire una carenza di servizi culturali.

LO SPAURACCHIO DELL’ABBANDONO – Intanto in queste ore è la consigliera comunale del M5S Teresa Maria Zotta, che già in passato si era interessata a questa vicenda, a cercare di tranquillizzare insegnanti e genitori, con un messaggio in risposta al loro comunicato stampa. Nel testo reso noto dai cittadini si spiega che l’iter è ormai ‘definito’ e che l’appuntamento mancato sarebbe soltanto uno ‘spiacevole incidente di percorso’. Nonostante queste rassicurazioni restano le preoccupazioni di insegnanti e genitori, soprattutto in relazione all’abbandono dello stabile di via Odescalchi: “Se l’esito dell’ulteriore incontro non fosse positivo e definitivo – concludono – non ci stupiremmo che le tante emergenze sociali territoriali decidano di non rispettare più una destinazione d’uso non finalizzata dalle istituzioni che governano questa città ed hanno lasciato totalmente in abbandono l’immobile”.

IL NUOVO SOPRALLUOGO – Intanto con il nuovo incontro sull’area previsto per domani mattina, gli ex consiglieri d’opposizione, Andrea Catarci e Amedeo Ciaccheri, hanno già fatto sapere che saranno presenti in via Odescalchi per richiedere una soluzione celere della vicenda, “che sottolinea la distanza del Sindaco e della sua maggioranza da questo territorio, che ora giace commissariato. Domani mattina saremo di nuovo a Tor Marancia, in attesa di una risposta definitiva – concludono – Se non ci sarà, giovedi 22 giugno alle ore 18 porteremo la vicenda al Consiglio Popolare del Municipio VIII, insieme al comitato genitori e insegnanti della scuola media Spizzichino, per programmare una mobilitazione a difesa del diritto allo studio e denunciare le scelte della Sindaca sul nostro territorio”.

Leonardo Mancini

SHARE