Home Municipi Municipio VIII

Mercato Garbatella: i lavori sono ultimati, i problemi no

SHARE

Gli operatori non intendono rientrare nella struttura e chiedono un nuovo plateatico.

Dopo oltre dieci anni d’attesa il Mercato Rionale coperto di via Passino alla Garbatella sarebbe pronto a riaprire i battenti. Progettato dal Comune di Roma nel dopoguerra per sostituire il mercato rionale, che negli anni Trenta si svolgeva all’aperto, venne inaugurato nel luglio del 1952, e rivisitato nella struttura originaria varie volte fino ai lavori di ristrutturazione del 1977. Nel 2002 i rappresentanti della comunità del quartiere redissero un piano strategico di sviluppo: il “Contratto di Quartiere Garbatella”, identificando delle riqualificazioni urgenti fra cui la riqualificazione del mercato coperto di via Passino. La ristrutturazione riguardava l’adeguamento della struttura alle normative igienico-sanitarie vigenti e la riorganizzazione, più funzionale rispetto a quella del 1977, degli spazi di vendita. L’obiettivo principale dei lavori era l’ampliamento delle tipologie di attività per aumentare la fruizione della struttura, supplendo così alla diminuzione di esercizi commerciali nella zona. Già dal 2002 gli operatori furono trasferiti in via di Santa Galla, dove tutt’ora è situato il mercato provvisorio, mentre l’approvazione del progetto si ebbe solo con la Delibera della Giunta comunale nel 2004. Dopo alcune interruzioni dei lavori di riqualificazione, fra il 2004 e il 2005 per mancanza di fondi comunali, e nel 2006 per la necessità di procedere all’adeguamento della struttura alla normativa antisismica della Regione Lazio, nel febbraio 2007 il nuovo Presidente del Municipio XI, Andrea Catarci, dichiarò che la riqualificazione si sarebbe conclusa nel maggio 2008. Anno in cui i lavori invece di terminare vennero bloccati nuovamente, questa volta per l’esaurimento dei fondi originari. Ad oggi i lavori di ristrutturazione sarebbero terminati ma gli operatori non intendono ritornare nella struttura, come sottolineano con un comunicato ufficiale alla riunione tenutasi presso l’Assessorato alle Attività Produttive di Roma Capitale, alla presenza di Dipartimento Lavori Pubblici e Municipio XI. Le questioni poste sul tavolo dagli operatori riguardano il rischio di perdere i clienti abituali che in dieci anni hanno frequentato il mercato provvisorio di via Santa Galla e la richiesta di rimanere su strada, magari in un plateatico dedicato nei pressi. Il Presidente del Municipio XI, Andrea Catarci, ha dichiarato che: “Il Municipio preme fortemente per la riapertura del Mercato di via Passino, stiamo per mettere ai voti del Consiglio Municipale un documento sul termine dei lavori e sul rientro degli operatori nella struttura”. Catarci spiega come le richieste degli operatori non siano una novità nella questione della riapertura del Mercato di via Passino: “Nel 2007 il Municipio XI per venire incontro alle richieste degli operatori cercò una nuova sistemazione per il mercato rionale, ma l’allora Giunta Veltroni non accettò la proposta. La giunta Alemanno, invece, oltre ad accettarla promise agli operatori la realizzazione di un plateatico. Il Municipio allora si preoccupò di individuare un’area, predisposta dal piano regolatore per servizi di quartiere, in zona Capitan Bavastro”, continua Catarci, “ma il denaro promesso per la realizzazione del nuovo mercato, non è mai stato inserito nel bilancio e quindi la realizzazione della struttura per venire incontro alle richieste degli operatori non è più auspicabile”. Simone Foglio respinge al mittente le critiche sottolineando come la Giunta Alemanno abbia sempre dimostrato piena disponibilità nel cercare una soluzione alternativa senza mai aver fatto promesse che potrebbero essere fatte solo avendo certezza di risorse e spazi adatti alla realizzazione di un nuovo plateatico. Per quanto riguarda il Mercato di via Passino, Alberto Attanasio, Vicepresidente del Municipio XI e Assessore ai Lavori Pubblici, dichiara che “la struttura potrebbe essere riconsegnata in pochi mesi, dopo i dovuti accorgimenti finali. Ad oggi è tutto fermo e si cerca di dare una risposta agli operatori, che non potranno in ogni caso rimanere nel sito di via Santa Galla, in quanto la sede stradale dovrà essere rimessa in funzione”. In una nota congiunta, il presidente della Commissione Ambiente di Roma Capitale, Andrea De Priamo, e il vicepresidente del Consiglio del Municipio XI, Glauco Rosati, hanno sottolineato la necessità di venire incontro alle esigenze degli operatori: “Ci auguriamo che venga presto trovata una sintesi, che preveda il ritorno degli operatori nella nuova struttura o la loro rinuncia definitiva, dando così la possibilità all’Assessore Bordoni di valutare soluzioni alternative”, continuano De Priamo e Rosati, “sarebbe paradossale non aprire una struttura riqualificata grazie all’impegno dell’Amministrazione e fortemente richiesta dai cittadini della Garbatella”. Anche Attanasio ritiene impossibile non utilizzare il mercato appena riqualificato: “È da irresponsabili lasciare inutilizzato uno spazio come questo”. Le necessità dei cittadini del quartiere vengono sottolineate anche da Maurizio Buonincontro, consigliere Pdl al Municipio XI: “É giunta l’ora di restituire il mercato al quartiere, senza indugi. La giunta Alemanno ha eseguito i lavori di ristrutturazione della sede di via Passino, lasciata abbandonata al degrado per anni dalla sinistra”, conclude Buonincontro, “I cittadini attendono ora che il mercato coperto riprenda vita e torni ad essere punto di riferimento della Garbatella”. Ma la questione sembra non avere soluzione. Da un lato la necessità di riaprire uno spazio così importante e storico come il Mercato di via Passino, e dall’altra la volontà degli operatori di rimanere su strada o, al massimo, in un plateatico nelle vicinanze di via Santa Galla. Su questa empasse il Presidente Catarci afferma che “il vero rischio è che nessuno si prenda la responsabilità di decidere per il rientro degli operatori nel Mercato ristrutturato”, e conclude: “Il rientro degli operatori è certo. Abbiamo provato una strada alternativa, quella del plateatico in via Capitan Bavastro, ma non è stata percorribile per la mancata assegnazione di fondi in bilancio”. Di diverso avviso è l’Assessore alle Attività Produttive di Roma Capitale, Davide Bordoni: “Siamo in attesa delle risposte da parte degli uffici tecnici che stanno verificando la fattibilità delle richieste degli operatori. Attenderemo poi un’indicazione dal Municipio, fermo restando l’obiettivo primario che è quello di garantire la riapertura del Mercato Rionale di via Passino, così come è stato richiesto dai cittadini”. Anche il Capogruppo Pdl al Municipio XI, Simone Foglio, è intervenuto sulla questione precisando: “Aspettiamo l’Assessorato al Patrimonio per vedere se, nella struttura del Campidoglio 2, ci sarà la possibilità di includere un nuovo plateatico per venire incontro alle esigenze degli operatori. Quello che c’è da verificare riguarda la possibilità o meno di stanziare fondi”. La volontà di riaprire il Mercato di via Passino, con vocazione commerciale, sembra essere bipartisan, non ci resta che aspettare gli sviluppi.

Leonardo Mancini