Home Municipi Municipio VIII

Municipio VIII: gli ‘assessori ad ore’ scatenano l’ira delle opposizioni

Il calendario delle presenze degli assessori capitolini lascia non poche perplessità sulla gestione del territorio

SHARE

IL CALENDARIO – Il calendario delle presenze degli assessori proprio non piace. Sono moltissime le critiche avanzate nei confronti della Sindaca e dell’Amministrazione Capitolina. La decisione di non nominare un Commissario in Municipio VIII, ma di contare sull’utlizzo degli assessori comunali, anche se per poche ore alla settimana, sembra non essere stata apprezzata dal territorio. Il documento diramato dal Capidoglio è disponibile a questo link.

IL MONTE ORARIO – Nel mese di maggio gli assessori saranno presenti, sempre uno alla volta, per un totale di 64 ore e mezza, circa 2 ore al giorno. Il più presente tra gli assessori sarà Daniele Frongia con 16 ore (Sport, Politiche Giovanili e Grandi Eventi), seguito da Andrea Mazzillo con 14 ore (Bilancio e Patrimonio). Per gli altri assessori il monte orario per il mese di maggio si attesta tra le 8 e le 4 ore.

L’URBANISTICA – Particolarmente interessante è il quantitativo di ore passate dall’assessore Luca Montuori (Urbanistica e Infrastrutture): soltanto 4 ore. In un territorio come quello del Municipio VIII dove le questioni urbanistiche la fanno da padrone, non avere un assessore che si occupi quotidianamente delle varie vicende aperte (ricordiamo che la vicenda degli ex Mercati Generali ha contribuito pesantemente alla caduta della Giunta Pace) sicuramente fa storcere il naso a molti cittadini. Soprattutto perché al momento non risultano programmati nuovi appuntamenti per i mesi di giugno e luglio.

L’IRONIA DEL WEB – Intanto sul web l’ironia dei cittadini dell’VIII Municipio non sembra essere stata intaccata dai recenti scossoni politici. C’è chi non manca di sottolineare la ‘somiglianza’ con la fortunatissima pubblicazione dedicata a Frate Indovino, e chi fa notare che almeno sul suo calendario ci sono ottimi consigli sulla semina. Molti poi alle prese con orari e calendari sono stati catapultati ai tempi dell’università, chiedendosi ‘a quando gli esami?’ e ‘ma come si fa a seguirli se sono allo stesso orario?’.

LE CRITICHE – Le opposizioni municipali hanno contestato fortemente la decisione del Campidoglio. “Ogni volta persone diverse, non elette da nessuno, senza indicare un metodo di lavoro e confronto, si alterneranno per qualche ora a fare propaganda e non entreranno certo nel merito delle grandi e piccole questioni locali – ha scritto l’ex consigliere Andrea Catarci – Il M5s prima ha prodotto dieci mesi di disastri, poi ci ha portato al commissariamento, ora rinvia le elezioni perchè ha paura degli esiti del voto e manda in gita da noi Assessori improbabili, che evidentemente non hanno nulla da fare per la città, a giocare ai podestà”. Sulla stessa linea anche gli esponenti municipali della Lista Marchini: “Riteniamo particolarmente penalizzante per il territorio la presenza degli Assessori Capitolini a rotazione per cui ogni Assessore lo vedremo un giorno a settimana – spiegano in una nota – il territorio merita di essere governato e un ulteriore anno di ‘non governo’ non può che essere un inutile e dannoso prolungamento dell’agonia cui ci ha costretto la fallimentare Giunta 5 Stelle”.

Leonardo Mancini

SHARE