Home Municipi Municipio VIII

Municipio VIII: guardie zoofile a Parco Schuster

SHARE
parco schuster repertorio

Partono i controlli sui microchip canini e sulle norme di comportamento in aree pubbliche

I CONTROLLI – Nella giornata di ieri all’interno dell’area del Parco Schuster in Municipio VIII sono stati attivati i controlli da parte delle Guardie Zoofile EARTH sui microchip canini e sulle norme di comportamento in aree pubbliche. A dare notizia di quest’azione è la stessa associazione in una nota: “Nel corso delle operazioni di controllo i cittadini sono stati informati sull’obbligatorietà del guinzaglio all’interno delle aree pubbliche finché non si arriva all’interno dell’area predisposta per i cani, dove è possibile lasciare libero il proprio animale”. 

LE SANZIONI – Sono circa dieci i proprietari di cani che non avevano provveduto all’iscrizione dei loro animali all’anagrafe canina: “Le Guardie EARTH – si legge in una nota – hanno provveduto ad identificarli e prescritto di rimediare entro tre giorni. Solamente in un caso si è reso necessario l’intervento della polizia poiché la persona controllata si è data alla fuga ma in brevissimo tempo è stata identificata e sanzionata grazie all’immediato intervento delle volanti”.

DALL’ASSOCIAZIONE EARTH – Sulla necessità di questi controlli è intervenuta Valentina Coppola, Presidente dell’associazione di tutela legale dei diritti di ambiente e animali: “I controlli delle Guardie Zoofile EARTH continueranno per tutto il periodo estivo – assicura – poiché solo attraverso azioni di verifica sui microchip si può contrastare l’abbandono dei cani e solamente grazie all’informazione è possibile far conoscere al cittadino quelle che sono le regole fondamentali per la corretta convivenza con i loro animali in contesto urbano”.

L’IDEA DEL MUNICIPIO VIII – Durante una nostra intervista era stato lo stesso Presidente del Municipio VIII, Paolo Pace, a parlare della necessità di valorizzare il lavoro delle guardie zoofile: “Stiamo valutando l’impiego di Guardie Zoofile volontarie per il controllo e la salvaguardia del territorio. Questi volontari possono vigilare sulle aree verdi, anche in contrasto al degrado – spiegava Pace – Inoltre si dovrà puntare sulla formazione di altri volontari, così da ampliare la presenza sul territorio. Una iniziativa piccola, a costo zero, che potrebbe migliorare di molto la percezione di sicurezza dei cittadini del Municipio VIII, soprattutto in merito alle condizioni delle aree verdi”.

Leonardo Mancini