Home Municipi Municipio VIII

Municipio VIII: il Pd rientra nella maggioranza

SHARE
maggioranzaVIII

Sembra ricucito lo strappo con SEL e il Presidente Catarci

LA CRISI – aperta con l’uscita democratici dalla maggioranza del Consiglio municipale, a seguito della dell’occupazione degli ex Bagni Pubblici di Garbatella, sembra essersi conclusa in appena una settimana: “Il gruppo consiliare del Partito Democratico del Municipio VIII, in condivisione con la delegazione PD in Giunta, rientra in maggioranza – spiega in una nota il segretario Pd del Municipio VIII, Gabriele Basile – Con questo atto ribadiamo che il principio di legalità non deve essere mai messo in discussione, perché le regole certe sono una garanzia su cui si basano convivenza e coesione sociale”. L’uscita dai banchi della maggioranza era stata annunciata il 27 gennaio scorso dal Capogruppo del Pd al Municipio VIII, Federico Raccio, spiegandone la necessità: “Sulla legalità e il rispetto delle istituzioni non siamo disposti a trattare. Per tale motivo il gruppo del Partito democratico ha formalizzato questa mattina la decisione di uscire dalla maggioranza. Auspichiamo un chiarimento a tutto campo tra le forze di maggioranza riguardante la direzione, l’azione politica, gli equilibri istituzionali dell’attuale governo municipale”. 

 

IL CHIARIMENTO – Non è ancora chiaro quale sia stato il ‘chiarimento’ che ha permesso il rientro dei democratici con la maggioranza, certamente gli incontri con la presidenza, confermati da entrambe le parti, hanno dato i loro frutti dato che: “Il PD ritiene di continuare a percorrere la strada intrapresa con la vittoria alle amministrative del 2013, con la coalizione di governo nel Municipio VIII e a Roma Capitale – seguita la nota del segretario Basile – Riteniamo che le scelte operate dalla Giunta Marino in relazione allo sviluppo sostenibile dal punto di vista sociale ed urbanistico vadano rinforzate in una dimensione di reale partecipazione democratica, di confronto e di dialogo costruttivo e proposito, dallo stesso Municipio”.

LA REAZIONE DELL’OPPOSIZIONE – che nelle prime ore dell’uscita del Pd dalla maggioranza aveva ironizzato sulla vicenda, facendo i complimenti ai colleghi consiglieri, parla di ‘ruggito durato una settimana’ e di rientro nella maggioranza con ‘la coda tra le gambe’: “Erano stati proprio gli amici democratici, in un impeto di orgoglio ad uscire dalla Giunta pochi giorni fa a seguito dell’ennesima occupazione – ricorda in una nota il consigliere di FI al Municipio VIII, Simone Foglio, tornando sulla questione del chiarimento politico richiesto dal Pd – È trascorsa a malapena una settimana e degli invocati chiarimenti programmatici e politici nessuna traccia, almeno pubblica. Saranno stati forse gli interventi a gamba tesa, col milione di euro per gli ex bagni pubblici a Garbatella o sul rilancio del Palladium da parte del Vice Presidente della Regione, ad indurre il PD a più docili atteggiamenti? Il ruggito purtroppo è durato solo ‘circa una settimana’ – conclude – Complimenti al Presidente Catarci uscito ancora una volta vincitore nella diatriba interna alla sinistra municipale”.

NEI PROSSIMI GIORNI – il Presidente Catarci sarà chiamato a riferire in aula in merito alla vicenda che ha portato alla rottura della maggioranza: “Abbiamo condiviso con il resto dell’opposizione due interrogazioni per il Presidente che sarà chiamato a riferire sulla crisi innescata con l’uscita del Pd dalla sua maggioranza e sui fatti inerenti l’occupazione degli ex Bagni Pubblici, anche in relazione all’iter seguito per ottenere il protocollo sulla riqualificazione. Inoltre – seguita il Presidente della Commissione controllo e garanzia al Municipio VIII, Maurizio Buonincontro – presenteremo anche una mozione che spiega come il messaggio arrivato alla cittadinanza sia quello che l’occupazione abbia prodotto dei risultati. Richiediamo che il Consiglio Municipale si esprima contro l’occupazione abusiva, che non può essere uno strumento valido di condizionamento delle Istituzioni”.

Leonardo Mancini