Home Municipi Municipio VIII

Municipio VIII: la Scuola Ranocchio Scarabocchio di Roma 70 è chiusa per la presenza di topi

Le lezioni riprenderanno il 6 febbraio, dal Pd attaccano: “Municipio abbandonato a se stesso”

SHARE

ROMA 70 – Sono dieci le sezioni della Ranocchio Scarabocchio, la scuola dell’infanzia di Roma 70 chiusa oggi per la presenza di topi, che questa mattina non hanno potuto accogliere i bambini.

ALTRI EPISODI – La critica nei confronti di questi episodi arriva dopo un fatto simile avvenuto al nido di via Cerbara dove, sempre per la presenza dei roditori, le attività sono state sospese per una intera settimana. “Mentre i grillini si gloriano e diffondono proclami sulla loro presunta azione amministrativa – spiegano dal Pd del Municipio VIII – due scuole del Municipio VIII nel giro di un mese registrano la presenza di topi portando alla sospensione del servizio per diversi giorni”. Critico sulla vicenda anche l’ex consigliere e candidato alla presidenza del Municipio VIII, Amedeo Ciaccheri: “La seconda scuola nel Municipio VIII che in poche settimane è costretta a lasciare ragazzi e ragazze a casa per interventi di ordinaria manutenzione, che andavano solo programmati meglio. Sfortuna, forse – aggiunge – Ma quando ci racconteranno, che finire commissariati non è costato granché ricordiamoci dello stillicidio quotidiano, del silenzio totale, della solitudine di pochi dipendenti comunali lasciati a cercare soluzioni”.

LA NOTA DEL SINDACATO – La chiusura è arrivata anche a seguito della nota del sindacato USB che chiedeva di “intervenire immediatamente a salvaguardia della salute delle bambine e dei bambini e del personale presenti a scuola”.

LA RIPRESA DELLE LEZIONI – Le lezioni all’interno della Ranocchio Scarabocchio dovrebbero riprendere il 6 febbraio prossimo, dopo le dovute opere di derattizzazione: “Ci arrivano continue segnalazioni di problematiche nelle nostre scuole – concludono dal Pd – genitori in allarme per come si stanno conducendo i servizi scolastici nel nostro territorio. Consigliamo alla Sindaca Raggi di smetterla di perdere tempo in passerelle o a scrivere post su Facebook, ma di lavorare per questo Municipio ormai abbandonato a se stesso”.

LeMa