Home Municipi Municipio VIII

Municipio VIII: la Sindaca incontra i dirigenti, mentre l’ex Presidente annuncia l’uscita dal M5S

Virginia Raggi ha visitato oggi il Municipio VIII, in contemporanea con la conferenza stampa in cui l’ex Presidente Pace ha annunciato la sua uscita dal M5S

SHARE

LA SINDACA IN MUNICIPIO – Questa mattina la Sindaca Virginia Raggi si è recata in Municipio VIII per incontrare il direttore e i dipendenti a seguito della decisione di prendere la giuda di via Benedetto Croce dopo le dimissione del presidente penta-stellato Paolo Pace. Ad accompagnare la Sindaca nella visita l’Assessora a Roma Semplice, Flavia Marzano e quello allo Sport Daniele Frongia. È la stessa prima cittadina attraverso il suo profilo Twitter a rendere noto l’incontro: “Con il direttore e i dipendenti del Municipio VIII insieme agli assessori Daniele Frongia e Flavia Marzano. Il lavoro per Roma prosegue”.

TUTTA LA VERITÀ – La visita della Sindaca arriva il giorno dopo la pubblicazione di un lunghissimo resoconto dal titolo ‘Tutta la verità sull’Ottavo’ pubblicato dagli ex consiglieri di maggioranza più distanti dalle posizioni di Paolo Pace. I nove consiglieri ‘Talebani’, appellati in questo modo dallo stesso ex minisindaco, hanno voluto presentare ai cittadini la loro versione dei fatti, attaccando Presidente e Giunta su affidamenti diretti e scarsa condivisione delle scelte: “Un Presidente che si è dimostrato, fin dal giorno dopo il ballottaggio, essenzialmente in contrasto con i valori fondanti del MoVimento atteggiandosi a unico padrone e allontanandosi dai suoi portavoce, dalla sua maggioranza e dalla base degli attivisti, agendo spesso in contrasto col programma municipale – scrivono – Il gruppo degli attivisti M5S Roma VIII risorgerà, più forte di prima, con gli anticorpi che solo un’esperienza così difficile può generare. Una cosa siamo riusciti a dimostrare: il coraggio di credere sempre alle nostre idee e il rispetto fino all’ultimo dei valori del M5S. Non siamo stati votati solo per fare le cose, ma per farle con un metodo nuovo a esempio e a garanzia per le future generazioni”.

L’EX PRESIDENTE – In contemporanea alla riunione della Sindaca con i vertici tecnici del Municipio, in via Ostiense l’ex Presidente Paolo Pace teneva una conferenza stampa di chiusura della sua esperienza. Lascerò il M5S – ha detto – il Movimento è portatore di ideali che condivido ma poi all’atto pratico sono solo propaganda”. Pace ha ripercorso alcuni degli episodi che hanno portato alla rottura con parte della sua maggioranza. Tra questi il progetto sugli ex Mercati Generali che, secondo l’ex Presidente, si voleva bloccare “perché fu scoperto che vi nidificava il germano reale”. “Condivido gli ideali e i principi – ha poi continuato – legalità, trasparenza, onestà. Ma si tratta di propaganda, quando si vogliono mettere in pratica non ci si riesce. Io sono stato bloccato”. Per poi concludere: “Ho sentito il peso di alcune correnti importanti che ci hanno portato dove siamo arrivati. Io ero molto vicino alla sindaca, difendo e rispetto Virginia. Si tratta delle correnti che facevano capo a De Vito e Lombardi, come si sa e si legge sui giornali”.

LE VIE LEGALI – Altro aspetto della complessa vicenda del M5S in Municipio VIII è quello legale, con la Consigliera Comunale, Monica Montella, che attraverso il suo profilo Facebook ha reso noto di aver ricevuto una “denuncia da parte di Massimo Serafini ex vicepresidente del Municipio VIII sciolto dalla Sindaca Virginia Raggi a seguito delle dimissioni del suo presidente Paolo Pace. Premetto che non ho idea su che base vengo denunciata per diffamazione – scrive la Montella – Resta il fatto che oltre al lavoro da consigliere devo anche seguire queste cattiverie gratuite”. Immediata la reazione delle opposizioni con l’ex consigliere municipale Andrea Catarci: “Qualche grilino si è lamentato sottolineando come non sia vero che tutti gli esponenti del M5s passino le loro giornate a parlare a vanvera e ad intestarsi meriti altrui –  scrive Catarci – tra di loro ce ne sono sicuramente di migliori, ma c’è pure chi fa ancora di più, arrivandosi a denunciare l’un l’altro”. In risposta anche il Consigliere Comunale di Fdi Andrea De Priamo, secondo cui “si spingono cittadini del municipio a non accordare più alcuna fiducia ad un movimento che ha messo in campo liti e faide degne della peggiore vecchia politica”.

Leonardo Mancini

SHARE