Home Municipi Municipio VIII

Municipio VIII: Nuovo Centro Destra pronto a votare la sfiducia

SHARE
bagnigarbarid

Dopo la fuoriuscita del PD dalla maggioranza il NCD condanna l’appoggio della presidenza all’occupazione

LA NOTA STAMPA – del Presidente Catarci in merito alla fuoriuscita dei consiglieri democratici dalla sua maggioranza, ha immediatamente ricevuto la risposta da parte dell’opposizione pronta, a detta del Consigliere di NCD Andrea Baccarelli a votare “in qualsiasi momento la mozione di sfiducia al presidente Catarci e restituire finalmente all’VIII Municipio quel senso di legalità e rispetto delle regole che in questi anni Catarci non ha saputo difendere a Garbatella”. 

 

IL PRESIDENTE – secondo il Consigliere Baccarelli e il capogruppo di NCD alla Regione Lazio, Pietro Di Paolo: “Tenta goffamente di sminuire la crisi interna alla propria maggioranza ma soprattutto continua a non condannare l’occupazione illegale da parte dei militanti dei centri sociali dello stabile degli ex Bagni di via Ferrati, a Garbatella”. Il Presidente Catarci infatti nella sua ultima nota stampa, oltre a richiamare la maggioranza alla compattezza ha anche definito ‘presidio’, l’azione portata avanti dagli attivisti dallo scorso venerdì: “Nel confidare nella collaborazione di tutti i soggetti, si auspica che nel vertice istituzionale emergano anche argomentazioni valide per porre immediatamente termine al presidio avviato lo scorso fine settimana da un gruppo di giovani del territorio – ha dichiarato Catarci in relazione all’incontro tra le istituzioni e l’Ater previsto per domani – In questa direzione si sta lavorando. Tutto il resto sono sfoghi e tensioni che allontanano dall’obiettivo e non vanno nella direzione dell’interesse del quartiere e della città”.

IL COINVOLGIMENTO DI ESPONENTI DI SEL – nella vicenda viene considerato dal Consigliere Baccarelli un fatto gravissimo, da condannare assolutamente: “All’occupazione sembra abbiano preso parte o comunque sostenuto con la loro presenza, un consigliere municipale di SEL, un assessore della Giunta del Municipio e un consigliere comunale, sempre di provenienza SEL, nonché membri della segreteria del presidente Catarci come si evincerebbe da alcune foto pubblicate sul web – seguita – L’occupazione abusiva degli ex bagni di via Ferrati è solo l’ennesima, dopo quelle più recenti di via del Caravaggio e via della Moletta e ancora a quelle oramai storiche di Roma 70 e Porto Fluviale: finalmente anche il Partito Democratico prende le distanze da queste azioni illegali e da un presidente che si ostina a difenderle”.

Leonardo Mancini