Home Municipi Municipio VIII

Municipio VIII: servizio mensa in tilt, i bambini restano senza pranzo

Disagi per circa 1.000 bambini, nonostante la revoca dello sciopero del servizio mensa

SHARE
mensa generica2

MUNICIPIO VIII – Situazione difficile quella che si è palesata in alcune scuole della Capitale e in particolare, in Municipio VIII, nella Damiano Sauli, nella Poggiali-Spizzichino e nella Carlo Alberto Dalla Chiesa. Qui il servizio di mensa scolastica non è stato garantito e quasi 1.000 bambini sono rimasti senza un pranzo caldo o addirittura senza nulla da mangiare. I problemi sono legati al nuovo servizio di ristorazione scolastica in partenza proprio oggi 7 gennaio. È l’assessora alla Scuola, Francesca Vetrugno a spiegare che il disservizio deriva da uno sciopero del servizio mensa previsto per questa mattina, ma ritirato il 5 gennaio dopo l’accordo raggiunto dalle sigle sindacali con Roma Capitale.

LO SCIOPERO RITIRATO

Le cause dello sciopero sono da ricercare nella volontà da parte dei sindacati di assicurare i livelli occupazionali nonostante il cambio di passo all’interno del servizio di mensa, avvenuto dopo l’aggiudicazione del nuovo bando. “Il 7 gennaio prende il via il nuovo servizio di ristorazione scolastica di Roma Capitale. L’Amministrazione ha garantito e tutelato la qualità del servizio e i livelli occupazionali per i lavoratori – si legge sul sito d Comune – Nel quadro delle garanzie così assicurate dall’Amministrazione lungo l’intero iter procedurale, i sindacati hanno sottoscritto con le imprese aggiudicatarie un accordo di cambio appalto che si è concluso con successo, tanto da revocare lo sciopero annunciato”.

LE CRITICHE DEL MUNICIPIO VIII

Critica la posizione assunta dal Presidente del Municipio VIII, Amedeo Ciaccheri, che attacca il Campidoglio parlando del “nuovo servizio di mensa che va in tilt” lasciando senza pranzo circa mille bambini del suo territorio. “Parte malissimo la tanto sbandierata svolta voluta dal Campidoglio per le mense delle nostre scuole. Un altro ennesimo esempio di incapacità – conclude Ciaccheri – e a pagare sono sempre gli stessi: Roma e i Romani. I nostri cittadini e la nostra città meritano rispetto e non di essere ogni giorno trattati così”. Critiche arrivano anche dalle opposizioni in Municipio VIII, in particolare dal carroccio è il consigliere Simone Foglio a sottolineare la gravità di quanto accaduto: “Oggi alla scuola Spizzichino di Via Odescalchi i bambini non hanno ricevuto il pranzo a causa di uno sciopero. Sarebbe questa la motivazione illustrata ai genitori inferociti quando hanno saputo che né merenda né pranzo erano stati somministrati ai propri figli – afferma il consigliere della Lega – Non sappiamo se questa sia la reale causa di quanto accaduto o peggio ancora la mala organizzazione del nuovo appalto che partiva proprio oggi. Ciò che è certo è che sono dovute addirittura intervenire volanti della polizia sul posto. Ora sarebbe troppo facile puntare il dito contro l’inefficienza ormai conclamata di chi dovrebbe governare questa città e questo Municipio, ma ci sono di mezzo i bambini, lo capite questo? Almeno per rispetto dei nostri figli cercate di essere all’altezza del vostro compito, Roma e i romani non meritano questo”.

LeMa