Home Municipi Municipio VIII

Municipio VIII: su decoro e manutenzione le società di servizi latitano

SHARE
erbacce

Il Presidente Catarci si appella al sindaco per risolvere le emergenze e riconsiderare il decentramento

DEGRADO – le strade e i marciapiedi del Municipio VIII in queste settimane, soprattutto dopo le violente pieogge dei giorni scorsi, risultano essere in pessime condizioni. Tombini otturati, cespugli che invado i marciapiedi e le zione parcheggio, nonchè un generale senso di indifferenza all’immondizia e alla pulizia ordinaria delle nostre strade.

DAL MUNICIPIO – parla della vicenda il Presidente del Municipio VIII, Andrea Catari, che racconda delle ripetute richieste d’intervento: “I bordi delle strade e i marciapiedi del nostro territorio continuano ad essere letteralmente invasi dall’erba e dai cespugli. Nonostante l’illogicità di pensare che la situazione non fosse conosciuta da chi deve erogare i servizi di pulizia, il Municipio ha avanzato richieste di intervento indicando alcune delle vie colpite – seguita il Presidente – Ma l’Ama continua a centellinare le azioni sul territorio ed a lasciare nell’attuale incuria la maggior parte dei nostri quartieri”. Sarà magari colpa, ipotizziamo noi, del gran numero di personale della compartecipata utilizzato nell’avvio e nella risoluzione delle criticità della raccolta differenziata nel Municipio IX? Le necessità dell’azienda nel Municipio IX, hanno di fatto diminuito l’organico presente sul territorio limitrofo?

ALTRE EMERGENZE – seguita il Presidente Catarci, portando all’attenzione dei cittadini e delle istituzioni le altre richieste portate avanti dal Municipio sul trasporto pubblico: “Se questo dei marciapiedi è l’attuale emergenza, non va bene neanche su altri fronti. L’Atac, che per motivi economici considera irrealizzabile ogni richiesta di potenziamento del trasporto pubblico avanzata dall’Ente municipale, continua a posticipare all’infinito il termine dei lavori di consolidamento del ponte ferroviario della Linea B che si trova tra via Laurentina e via Ostiense. In quel quadrante si è prodotto un peggioramento della viabilità locale e un danno grave alle attività commerciali – seguita il Caraci parlando di Acea –che sembra aver preso di mira interi quartieri e parchi del Municipio VIII lasciando al buio a rotazione vie, piazze e alcuni parchi, creando una situazione di insicurezza dei luoghi” .

L’APPELLO – lanciato dal minisindaco è rivolto al Sindaco Marino e alla Sua Giunta, accennando anche alla necessità di completare il tanto atteso processo di decentramento: “Intervengano sulle società che gestiscono i servizi pubblici per far rispettare quanto previsto dai Contratti di servizio. E scelgano rapidamente di decentrare ai Municipi il rapporto con tali aziende, in modo da rendere possibile un’azione più puntuale di collaborazione, vigilanza e controllo sugli interventi. Unica maniera – conclude Catarci – per uscire dall’attuale stato di insufficienza cronaca di servizi essenziali per la cittadinanza”.

Leonardo Mancini