Home Municipi Municipio VIII

Parco dell’Appia: Ancora una ‘domenica a piedi’ tra le auto

SHARE
parco appia domenica a piedi

Divieti di transito non rispettati e zero controlli, la denuncia dell’Ente Parco

LA DENUNCIA DELL’ENTE PARCO – “Si ricomincia con le domeniche “a piedi” #appiaantica #pedonalizzazione #grab? #novigili”. È questo il messaggio che il Parco Regionale dell’Appia Antica ha diramato ieri attraverso Facebook. Con il testo anche una foto scattata durante la ‘domenica a piedi’ e quindi di ‘teorico’ blocco del traffico. Nell’immagine macchine incolonnate in entrambi i sensi di marcia che transitano spedite davanti la sede del Parco, tra turisti appiedati e romani in biciletta. 

LE PRECEDENTI SEGNALAZIONI – Una situazione che va avanti da troppo tempo, più volte rilevata dallo stesso Ente Parco. Esempio più recente è il 25 aprile scorso, quando il Parco è stato preso d’assalto dalle autovetture. In quell’occasione il Commissario Straordinario del Parco Regionale dell’Appia Antica, Mario Tozzi, scrisse una lettera al Sindaco spiegando che “Sabato 25 e domenica 26 aprile l’Appia ha vissuto altre due giornate di assoluta anarchia in preda all’inciviltà dei cittadini”. In quell’occasione il Commissario tronava sulla vicenda delle domeniche a piedi: “Nessuno ha il coraggio di dirlo ufficialmente ma la limitazione del traffico la domenica e i giorni festivi nel Parco dell’Appia Antica, prevista da un’ordinanza sindacale del 1997 non esiste più”.

I DIVIETI NON RISPETTATI – Nella giornata di ieri anche il Consigliere PD e presidente della Commissione Cultura in Municipio VIII, Flavio Conia, è intervenuto nella discussione, affidando anche lui ai social network la rabbia per le ormai abituali violazioni dei divieti. Il Consigliere spiega come spesso gli automobilisti riescano ad aggirare lo stop spiegando alla volante di turno che devono assolutamente transitare per recarsi ad uno dei ristoranti della zona oppure in altre attività commerciali: “Ma il 90% delle volte queste spiegazioni i cittadini non le danno perché non c’è nessuno che controlli – sottolinea Conia – Perché i cittadini non si rendono conto che oltre che essere vietato, passare sull’Appia Antica la domenica è moralmente sbagliato oltre che lesivo di tutti coloro che vorrebbero vivere il Parco in tranquillità”.

RESTA LA RABBIA – Anche la Commissione Cultura ha più volte cercato di affrontare il problema con gli strumenti a disposizione dell’amministrazione municipale: “Noi continuiamo a chiedere, a porre l’attenzione: prima l’audizione in Commissione con il Presidente Andrea Catarci, poi con l’Ente Parco, poi con l’Assessora alla mobilità e lavori pubblici Paola Angelucci – seguita Flavio Conia – abbiamo chiesto con atto ufficiale i percorsi ciclo pedonali per il Giubileo ma soprattutto controlli perché il rispetto del parco e la sicurezza dei romani e dei turisti viene prima di tutto. Però le macchine ci stanno ancora e sinceramente fa tanta rabbia”. La rabbia espressa dal Consigliere è sicuramente comprensibile, soprattutto se pensiamo ai prossimi importanti appuntamenti della Capitale per i quali il tempo stringe: “Il Giubileo è alle porte – conclude Conia – se non si mette mano alla viabilità dell’area sarà sempre più difficile rimediare a questa situazione”.

Leonardo Mancini

SHARE