Home Municipi Municipio VIII

Parco Villa Lucina: dopo la siringa arriva l’impianto pubblicitario

SHARE
villalucinacartellone

Una nuova denuncia del centro destra in Municipio VIII sullo stato dell’area verde

IL PARCO – Solo qualche giorno fa il Consigliere di Fi in Municipio VIII, Simona Foglio, aveva denunciato il rinvenimento di una siringa, probabilmente usata, all’interno del parco di via Villa Lucina. “Fortunatamente – ci spiega il Consigliere – in quell’occasione nessuno si è fatto male, e ringrazio gli operatori del servizio giardini che, immediatamente, hanno bonificato e ripulito l’area”. 

L’IMPIANTO PUBBLICITARIO – Ma i disservizi legati a questo parco sembrano non finire mai. Infatti è sempre il consigliere Foglio a denunciare una nuova criticità, questa volta all’ingresso del parco stesso. “In risposta al pericolo scampato della siringa rinvenuta nel parco – sottolinea – risposta il duo Catarci-Marino invece di mettere in sicurezza l’area, ha pensato bene di posizionare un mega cartellone pubblicitario all’ingresso di Via Villa Lucina, che inibisce addirittura l’ingresso dei mezzi del servizio giardini, addetti alla pulizia del parco giochi”.

IMPOSSIBILE PULIRE L’AREA – Infatti con la presenza di questo nuovo impianto pubblicitario, sul quale si starebbero effettuando tutti i controlli del caso, il camioncino del servizio giardini, utile alla pulizia dell’area, non avrebbe più spazio per fare manovra: “Oltre al danno, la beffa – conclude il capogruppo forzista – Siamo esterrefatti di fronte a tanta incapacità e sollecitiamo il Sindaco e il Presidente del Municipio ad assumersi la responsabilità di questa inverosimile situazione”. 

LA RIMOZIONE DELL’IMPIANTO – Intanto dalla Presidenza del Municipio VIII fanno sapere di aver già provveduto alla richiesta di rimozione dell’impianto pubblicitario: “Si è già intervenuti chiedendo sia la rimozione dell’impianto che le delucidazioni sulla concessione di uno spazio in un punto del tutto inappropriato, pericoloso e che ha danneggiato una particolare pavimentazione che caratterizza i marciapiedi della strada in questione – ha riferito in una nota il Presidente, Andrea Catarci – Appare evidente come sia necessario coinvolgere i Municipi nel controllo e nella regolamentazione degli impianti pubblicati per evitare che si verifichino situazioni come queste, dove addirittura si impedisce ai mezzi dell’amministrazione di poter accedere ad un’area verde per le manutenzioni del caso”.

LM

 

SHARE