Home Municipi Municipio VIII

Paura alla scuola Enzo Ferrari di Roma 70

SHARE
scuolaenzoferrariRID

Disposta la bonifica dopo che un bambino si è punto con una siringa abbandonata

LA SIRINGA ABBANDONATA – È di questa mattina la notizia che un bambino, studente della scuola Enzo Ferrari in via Erminio Spalla, si è punto con una siringa abbandonata nel cortile della scuola. L’incidente sarebbe avvenuto nella giornata di ieri, ma quando è stato dato l’allarme le Forze di Polizia hanno messo in opera tutti i rilevamenti del caso. Al momento la scuola rimane aperta, nonostante per tutta l’area verde perimetrale sia stata richiesta una immediata opera di bonifica da parte dell’AMA, che dovrebbe iniziare nelle prossime ore e terminare nella giornata di domani. 

IL GIARDINO DELLA SCUOLA – La scuola Ferrari con il suo ampio cortile affaccia su le Erminio Spalla e via di Grotta Perfetta, a poche decine di metri dal Commissariato Tor Carbone. È proprio nel giardino della scuola, in corrispondenza con via Grotta Perfetta che il bambino avrebbe trovato la siringa. Il giardino in questione era un’area comunale abbandonata che è invece stata donata alla Scuola per allargare il giardino dell’istituto, successivamente attrezzato con i giochi per bambini dal Centro Commerciale i Granai. 

DALL’ASSESSORATO ALLA SCUOLA – Abbiamo raggiunto telefonicamente l’Assessore alla Scuola del Municipio VIII per avere maggiori informazioni su quanto accaduto: “il Giardino in questione viene pulito e manutenuto – ci spiega l’Assessore Paola Angelucci – Tant’è vero che sia il personale educativo che e le insegnati ci hanno assicurato che giovedì e venerdì nel giardino non c’era nulla di pericoloso. L’ultima pulizia del giardino è stata fatta giovedì pomeriggio – seguita – il problema è la vicinanza a via di Grotta Perfetta in prossimità della fermata dell’autobus. Tutti i giorni vengono trovate bottiglie e rifiuti di ogni genere. Questa è una situazione che ci perseguita ovunque – conclude – siamo colti di sorpresa e siamo rammaricati che questo genere di incidenti avvengano ancora in tutta la città”. 

LE RICHIESTE DEI GENITORI – Molti i genitori raccolti sul cortile della scuola per chiedere spiegazioni e capire quali siano le operazioni messe in campo per garantire la sicurezza dei loro figli. Tra le richieste, oltre alla celere conclusione dei lavori per il giardino nel retro dell’istituto, precedentemente bloccato dal patto di stabilità, anche la possibilità di intervenire con una recinsione più alta attorno alla scuola, per prevenire intrusioni oppure lanci di rifiuti pericolosi come siringhe.

Leonardo Mancini