Home Municipi Municipio VIII

Piramide Cestia: i Movimenti per la casa occupano il cantiere

SHARE
Protesta-Piramide12

Solidarietà dei Movimenti ai 17 militanti colpiti da misure restrittive: “spezzare il silenzio sull’emergenza abitativa”

 

L’OCCUPAZIONE – del cantiere del restauro della Piramide Cestia è avvenuta nella mattinata di ieri. Questa azione è stata programmata in risposta all’arresto di 17 persone, avvenuto il 13 febbraio scorso, in relazione ai tafferugli durante il corteo dello scorso 31 ottobre. Due di questi, Paolo Di Vetta e Luca Fagiano, sono al sesto giorno dello sciopero della fame: “Scelto – spiega la nota dei Movimenti – come unico strumento in grado di spezzare il silenzio improvvisamente calato sulla tematica dell’emergenza abitativa”.

IL CORTEO DI GIOVEDÌ – Previsto per domani, 27 febbraio, un corteo che dalla Piramide raggiungerà il Campidoglio per richiamare l’attenzione sulle tematiche dell’abitare: “La manifestazione in corso oggi (ieri Ndr) naturalmente, si collegherà al grande corteo previsto per il 27 febbraio proprio a partire da Piramide e proprio per imporre alle istituzioni il rispetto degli impegni presi con la recente delibera dedicata all’emergenza abitativa, che però, dopo le iniziative giudiziarie, sembra essersi arenata – seguita la nota – Un fatto gravissimo, sia nei confronti delle migliaia di famiglie che a Roma aspettano risposte concrete sul terreno della casa, sia in rapporto alla sempre più evidente intenzione di trattare le tematiche sociali come problemi di ordine pubblico, reprimendo e tentando di negare agibilità politica a chi da anni si batte sul fronte dei diritti e in difesa del patrimonio pubblico e dei beni comuni”.

(Foto Lazio24News)

Leonardo Mancini