Home Municipi Municipio VIII

Ponte Settimia Spizzichino: collocata la nuova targa

SHARE
spizzichinotarga

La cerimonia per il ponte in memoria della “Vittima della persecuzione nazifascista”

LA NUOVA TARGA – Una nuova targa è stata posta questa mattina sul Ponte intitolato a Settimia Spizzichino che collega la Garbatella all’Ostiense. Una correzione a quella posta dall’Amministrazione comunale il 3 dicembre del 2012 che, in calce al nome, riportava la dicitura “Vittima della persecuzione nazista”. La nuova targa, posta alla presenza degli assessori comunali e municipali, corregge e sottolinea l’importanza della memoria di quanto subito da Settimia Spizzichino: “Vittima della persecuzione nazifascista”.

SETTIMIA SPIZZICHINO – Unica donna superstite del rastrellamento del 16 ottobre del 1943 del Ghetto di Roma era un personaggio molto popolare a Roma. Aveva perso ad Auschwitz tutta la sua famiglia e aveva scelto di diventare il testimone vivente dell’orrore dello sterminio, perché nessuno potesse dimenticare. Portò avanti il suo impegno senza soste per combattere le ideologie nostalgiche del nazismo e del fascismo. Ha vissuto fino al giorno della sua morte nel quartiere Garbatella dove ha attivamente partecipato alla vita sociale e politica, non mancando mai di incontrare gli alunni delle scuole che serbano di lei un ricordo indelebile.

LA MODIFICA – “Noi non dimentichiamo”, ha scritto attraverso il suo profilo Facebook l’assessore municipale Paola Angelucci. Che aggiunge: “Perché le parole hanno un senso: a pochi giorni dal 25 aprile abbiamo voluto modificare la scritta scolpita sulla targa toponomastica del ponte dedicato a Settimia Spizzichino, perché a distruggere il nostro Paese, portarlo alla guerra e far massacrare milioni di persone sono stati non solo i nazisti, bensì gli italianissimi fascisti che hanno permesso e collaborato affinché l’orrore prendesse la forma dello sterminio – conclude – È essenziale ricordarlo e quindi scriverlo, per non mistificare la memoria di ciò che è stato”.

AD