Home Municipi Municipio VIII

“Per proseguire efficacemente la lotta all’abusivismo edilizio il Sindaco Alemanno commissari subito l’Ufficio Condono Edilizio”

SHARE

Giovedì 14 gennaio presso la Sala Consiliare del Municipio XI – Via Benedetto Croce 50, si è svolta una conferenza stampa sulla lotta all’abusivismo edilizio.
“Il Municipio Roma XI ha dovuto affrontare diversi ostacoli per mettere in campo un’azione efficace di contrasto all’abusivismo edilizio. Alla mancanza di fondi e di mezzi si è sopperito con la stipula di convenzioni con la Regione Lazio, l’Ente Parco e la Sovrintendenza Statale. Si è riusciti anche a superare i rilievi burocratici e pretestuosi mossi dalla Giunta Alemanno sulle competenze nella demolizione delle opere abusive. Ora, però, l’inspiegabile atteggiamento ostruzionistico dell’Ufficio Speciale Condono Eedilizio pone a serio rischio la prosecuzione della lotta all’illegalità e agli scempi perpetrati all’interno del Parco. Prova né è stata l’indisponibilità dimostrata a compiere gli atti dovuti, anche in sede di conferenza di servizio indetta dal Municipio XI, per l’eliminazione di un fabbricato abusivo che offende quel territorio ultravincolato  – dichiara Andrea Catarci, Presidente del Municipio Roma XI”.
“E’ assurdo che l’USCE contrasti attivamente il lavoro di tutela del territorio, avviato con fatica dal Municipio in sinergia con gli altri Enti – prosegue Catarci – , per questo motivo proponiamo:
1.    il commissariamento dell’USCE;
2.    di dare la facoltà al Dirigente Tecnico del Municipio di respingere le richieste di condono palesemente inammissibili, almeno nei casi in cui gli abusi ricadano nel territorio del Parco e nelle aree vincolate limitrofe.”
“E’ inaccettabile la politica dei condoni del nostro paese, ma è ancora più inaccettabile quanto accade al Comune di Roma, dove si impedisce di fatto di procedere alla demolizione delle opere abusive, con la richiesta di sanatorie per opere incondonabili  – dichiara Alberto Attanasio, Vice Presidente del Municipio Roma XI -.”
“Questa situazione, se non contrastata, determina le condizioni per dare il via libera al 4° condono edilizio – dichiara Massimo Miglio, Dirigente dell’Ufficio Antiabusivismo edilizio della Regione Lazio -. Sul parco dell’Appia antica non è assolutamente possibile costruire alcunché, quindi ogni richiesta va immediatamente respinta, mentre ci sono addirittura casi del 1994 ancora in fase istruttoria!”
“Nel 1965 il Ministro Mancini dichiarò la tutela integrale e assoluta del parco dell’Appia Antica– dichiara Vezio De Lucia, urbanista -, si doveva evitare ogni costruzione, invece da allora ad oggi sono sorti scempi per più di 1.000.000 di metri cubi. Fa bene il Municipio XI ad andare avanti nell’azione di contrasto dell’abusivismo edilizio ed a pretendere altrettanta decisione dal Comune..”
“Il nostro ufficio è inondato di richieste di pareri su condoni concessi dall’USCE all’interno del Parco dell’Appia Antica – dichiara la Dott.ssa Paris, della Sovrintendenza Archeologica dello Stato -, che non sarebbero mai dovuti essere presi in considerazione”.
Alla conferenza stampa hanno partecipato anche le associazioni Legambiente e Italia Nostra, con  Annamaria Baiocco e Annalisa Cipriani, che hanno condiviso e sostengono le richieste del Municipio Roma XI, in difesa e per la salvaguardia del Parco Archeologico dell’Appia Antica.

SHARE