Home Municipi Municipio VIII

Quale futuro per il CTO e gli ambulatori?

SHARE

Andrea Catarci interviene sulla situazione dei servizi sanitari locali, e in particolare sul CTO.
“Le difficoltà dei sevizi sanitari locali e quelle legate all’assetto dell’Ospedale CTO sono l’oggetto di una lettera che il Municipio XI ha inviato alla ASL RMC, al Commissario del Governo ed al Vice Presidente della Regione Lazio, richiedendo un incontro in tempi rapidi – dichiarano il Presidente del Municipio XI, Andrea Catarci e il Delegato alla Sanità, Antonio Bertolini –. Ad oggi non sono stati spostati, come previsto, alcuni importanti servizi territoriali negli spazi a disposizione dell’Istituto S. Michele, a Tormarancia.

Abbiamo espresso la nostra preoccupazione alla ASL RMC perché la parziale inagibilità del palazzo di Piazza Pecile e la forzata convivenza tra CIM ( Centro Igiene Mentale ) e CAD ( Centro Assistenza Domiciliare ) determinano un’estrema urgenza.Si è inoltre ravvisata una criticità per alcune visite geriatriche, in quanto all’Ospedale Sant’Eugenio non è previsto un giorno dedicato agli utenti del Municipio Roma XI.”

“Poi c’è l’Ospedale CTO- – concludono Catarci e Bertolini – dove è indispensabile mantenere il Pronto Soccorso con la breve Osservazione, nonchè tutti i reparti da cui dipende il buon funzionamento dell’Unità spinale. E dove è altrettanto importante recuperare e sviluppare la vocazione ortopedico-traumatologica, valorizzando appunto il Centro Traumatologico.”