Home Municipi Municipio IX

Rifiuti: le segnalazioni dai territori

Sacchetti accumulati e sistema in di ritiro in difficoltà, nei Municipi le opposizioni vogliono risposte

SHARE

RIFIUTI – Non sembra migliorare la situazione dei rifiuti nella Capitale, con gli accumuli di rifiuti attorno ai cassonetti che vengono segnalati da ogni parte della città. Non mancano le segnalazioni dai territori, mentre cittadini e forze d’opposizione sono sul piede di guerra.

MUNICIPIO VIII – In questo territorio le situazioni più critiche vengono segnalate nei quartieri di Garbatella (dove continua anche l’abbandono di rifiuti ingombranti da parte dei cittadini) e di Ostiense. È il Presidente del CdQ L’Ostiense, Claudio De Santis a sottolineare i disagi: “Abbiamo fatto richiesta al Dipartimento Ambiente e ad Ama per intervenire in maniera continua e straordinaria, oltre all’attivazione di una fase ispettiva che riguardi i molti locali della zona. Chiederemo al Comandante del nostro gruppo della Polizia Locale in un prossimo incontro di utilizzare il sistema dello Street control su tutta la Via Ostiense per sanzionare anche i molti che posteggiano davanti ai cassonetti”.

MUNICIPIO IX – Molte le segnalazioni fotografiche sul Municipio IX apparse sui social network, con una vicenda particolarmente grave che interesserebbe l’area di mercato di Piazza Tarantelli. “Da un mese – afferma il consigliere del Pd, Alessandro Lepidini – cresce una discarica a cielo aperto tra i banchi del mercato. Inascoltate le richieste degli operatori ad Ama. Ma la giunta 5 Stelle che fa?”.

MUNICIPIO XI – Nella giornata di ieri il gruppo del Pd in Municipio XI ha richiesto la convocazione di una seduta straordinaria del Consiglio Municipale proprio in merito alla situazione dei rifiuti sul territorio. “I cumuli di rifiuti che giacciono a terra nei pressi dei cassonetti stracolmi mettono a rischio la salute dei cittadini e rendono impercorribili lunghi tratti di marciapiedi – spiegano i consiglieri democratici Maurizio Veloccia, Gianluca Lanzi, Giulia Fainella, Angelo Vastola e Claudio Barocci – abbiamo richiesto una seduta straordinaria per discutere della situazione e chiedere al Presidente del Municipio di venire a riferire su quali iniziative siano state portate avanti finora in accordo con Ama e Giunta capitolina”. Nei giorni scorsi è stato il capogruppo di Fdi, Valerio Garipoli, a definire le dimensioni del fenomeno, con l’accumulo di rifiuti nelle vicinanze dei cassonetti stimato tra le dieci e le quindici tonnellate: Aumenta la preoccupazione in merito alla vicenda dell’emergenza rifiuti – aggiunge Garipoli – considerando che il Municipio XI con oltre 150.000 abitanti costituisce una parte importante della Città e deve essere in condizione di salvaguardare la salute e i servizi dei residenti in maniera degna senza montagne di rifiuti lungo le strade”.

MUNICIPIO XII – Stessa iniziativa anche in Municipio XII, dove sempre il gruppo Pd ha chiesto un Consiglio straordinario: “È intollerabile una situazione del genere che non rispetta il contratto di servizio previsto e i canoni igienico-sanitiari minimi – affermano i consiglieri Cristina Maltese, Lorenzo Marinone, Augusto Rossi, Elio Tomassetti, Daniela Cirulli – Le nostre strade sono invase da cumuli sempre più grandi di immondizia, un vero e proprio banchetto per topi e gabbiani. La raccolta differenziata è regredita in 2 anni di almeno 3 punti percentuali. Chiediamo l’immediato intervento e un monitoraggio sugli impianti che non riescono più a smaltire i rifiuti in tempi brevi”. Sulle segnalazioni provenienti da tutto il Municipio è intervenuto il consigliere di Fdi Giovanni Picone: “Le strade di interi quadranti cittadini sono sommersi dall’immondizia e i cittadini stanno inondando di segnalazioni ed esposti il Municipio XII – afferma – Sui social network è ormai disponibile nei vari gruppi di quartiere da Monteverde e Colli Portuensi, a Bravetta – Pisana, un vero e proprio book di cassonetti stracolmi in ogni arteria del territorio, con i residenti che non sanno più dove buttare l’immondizia”.

LeMa

Continuate ad inviarci le vostre segnalazioni a lettori@urloweb.com