Home Municipi Municipio VIII

Roma 70: in arrivo la riqualificazione del ‘Campetto di Piero’

Sul campo polivalente ricadono interventi per 120mila euro che potrebbero partire nei prossimi mesi

SHARE

Tratto da Urlo n.173 Novembre 2019

ROMA 70 – Il ‘Campetto di Piero’ è una vera istituzione del quartiere Roma 70. Un punto di ritrovo conosciuto anche nei quadranti vicini e che perfino in quel di Montagnola, alcuni 30-40enni, ricordano e sanno individuare. Negli anni 90’ sono tanti i ragazzi della zona che hanno passato i loro pomeriggi in questo campetto all’angolo tra via Grotta Perfetta e via dei Granai di Nerva. Tra una partitella di calcetto organizzata alla buona e un giro su pattini o skate, tante amicizie ci sono formate e tanti cittadini sono cresciuti. Purtroppo però il Campetto di Piero negli ultimi anni ha iniziato a subire i segni del tempo, così senza interventi è caduto nel degrado. Le gradinate assiepate dai ragazzini hanno lasciato il posto ad un grosso ramo caduto e mai rimosso, e delle strutture del campetto è rimasto poco o nulla, mentre la pista di pattinaggio, piena di crepe e buche, è praticamente inservibile. Così pian piano questo luogo si è andato svuotando, perdendo quella funzione aggregativa che negli anni aveva assunto.

VERSO LA RIQUALIFICAZIONE

Per cercare di ridargli smalto i cittadini del Comitato di Quartiere Grotta Perfetta hanno anche organizzato alcune giornate di pulizia partecipata, portando su questo luogo momenti di incontro e collaborazione con tutti i cittadini del quartiere. Purtroppo però ben sappiamo che senza una profonda riqualificazione questo Campetto sarebbe stato destinato al degrado. E su questo concetto da tempo punta il consigliere del Pd, Umberto Sposato, promotore di numerosi atti e richieste di intervento presentate in Municipio VIII. E l’occasione per cercare di ottenere la tanto attesa riqualificazione è arrivata con il processo partecipativo online per l’utilizzo degli oneri derivanti dalle edificazioni di piazza dei Navigatori. I cittadini infatti hanno deciso di presentare un progetto per il Campetto, così da usufruire dei fondi derivanti dalla nuova convenzione stipulata dal Comune con i costruttori. Il Campetto di Piero è stato uno dei progetti più votati dai cittadini e per questo ha passato tutti i gradi di selezione, fino a venire finanziato. Ma c’è di più, la buona notizia infatti è che i lavori per rendere questo luogo nuovamente fruibile potrebbero partire a breve.

LA GARA E I TEMPI

È infatti la risposta ad una interrogazione presentata dal consigliere Sposato a far bene sperare. L’assessorato municipale all’Urbanistica infatti ha confermato che il progetto esecutivo per quest’opera è stato approvato il 31 luglio scorso e sono in corso le procedure di appalto. L’ufficio competente, si legge nel testo, è stato sollecitato ad indire entro novembre la gara per l’appalto dei lavori. “Finalmente dopo tanti documenti votati in consiglio, e dopo le richieste di cittadini e comitati, anche questo angolo di Roma 70 verrà riqualificato e otterrà nuove funzioni – afferma il consigliere Sposato – Basta con l’abbandono dei luoghi che, non essendo vissuti, non fanno altro che richiamare e accumulare degrado. Speriamo che la gara per l’affidamento dei lavori arrivi e venga espletata con velocità: noi continueremo a vigilare perché quest’opera così attesa dai cittadini della zona possa finalmente vedere la luce”.

IL NUOVO PROGETTO

Il costo di questi interventi sarà di 120mila euro, compresi di Iva e di oneri per la sicurezza. Si lavorerà sull’intera area di circa 4500 mq, ma per la durata dei cantieri ancora non si possono fare previsioni. Il progetto esecutivo, come già spiegato, è stato approvato a luglio e prevede una riqualificazione molto interessante dell’area, che la renderà completamente nuova senza però snaturare quello che il Campetto di Piero è stato in passato per il quartiere. Verrà realizzata una recinzione di circa 2 metri dell’intera area, così da migliorare la sicurezza e metterla al riparo da atti vandalici e degrado. Troveranno spazio, al posto della vecchia pista di pattinaggio, dei giochi per bambini, mentre la pavimentazione verrà realizzata in materiale anti-trauma di diversi colori. Verrà risistemato e recintato anche il campetto polivalente e installate alcune nuovissime panchine. Saranno create delle aiuole, riqualificati i vecchi spalti in travertino al lato del campetto e potate le alberature che, negli ultimi anni, sono state lasciate a loro stesse. Particolare da non sottovalutare è la totale assenza di barriere architettoniche, che farà di questo Campetto un luogo veramente inclusivo.

Andrea Calandra