Home Municipi Municipio VIII

San Paolo: American Express e Romaltruista riqualificano il Parco Sbragia

SHARE
FotoFinale giorno2

La nuova frontiera del team building aziendale è il volontariato, una vera occasione per le Amministrazioni locali

COINVOLGERE IL SETTORE PRIVATO – In molte occasioni si parla della necessità di coinvolgere le imprese private nei grandi interventi di restauro dei monumenti della Capitale. Questo con il Colosseo e con la Piramide Cestia è stato fatto e sta funzionando. C’è da considerare però la possibilità che il coinvolgimento dei privati non si limiti soltanto alle grandi opere di manutenzione, ma si avvii verso un sistema integrato pubblico-privato, di gestione della cosa pubblica. È in questa scia che si inserisce l’esperimento portato avanti in questi giorni all’interno del Municipio VIII di Roma Capitale, con la pulitura di un Parco a carico di una impresa privata. L’area verde è il Parco Sbragia, più conosciuto come Fao, che in molte sue parti aveva proprio bisogno di una sistemata. A raccontarci l’iniziativa è l’Assessore municipale all’Ambiente Emiliano Antonetti: “La Onlus Romaltruista, che si occupa di volontariato flessibile, ci ha contattato dopo aver ricevuto la richiesta di organizzare delle giornate di team Bulding aziendale per la American Express. Abbiamo immediatamente colto l’occasione, anche perchè questa grande azienda si sta per trasferire nel nostro Municipio”. L’idea è quella di evitare il solito grosso convegno in un hotel, impiegando i propri dipendenti in una attività utile al territorio, che allo stesso tempo crei gruppo e restituisca qualcosa anche in termini di immagine per la Società.

MANUTENZIONE A COSTO ZERO – Grazie all’impegno volontario di oltre 70 lavoratrici e lavoratori del colosso internazionale American Express e all’ausilio dell’Associazione Onlus Romaltruista, si è proceduto alla riqualificazione del Parco Sbragia-Salerno nel quartiere San Paolo – spiegano il Presidente del Municipio VIII, Andrea Catarci e l’Assessore municipale all’Ambiente, Emiliano Antonetti – Il percorso salute, composto da ben 24 postazioni in legno, è stato completamente ripristinato, ripulito e ravvivato con materiali dedicati; gli spazi giochi per bambini sono stati rimessi in funzione e si sono riempiti circa 40 sacchi di materiali di risulta. Nella grande difficoltà di assicurare una regolare cura ai tanti parchi del Municipio e della città, nel restituire il decoro ad un grande polmone verde, l’intervento odierno si aggiunge alle tante azioni dal basso svolte da comitati, associazioni e singoli cittadini. In più – concludono – la presenza di una grande impresa rappresenta uno stimolo alle altre realtà economiche affinché diano prova di concreta responsabilità sociale con interventi finalizzati a migliorare la vivibilità dei nostri quartieri”.

L’ONLUS ROMA ALTRUISTA – L’organizzazione che ha reso possibile questo intervento è la Onlus Romaltruista, della quale ci parla il suo Presidente Mauro Cipparone: “Siamo nati tre anni fa con l’obiettivo di rendere facile ed accessibile il mondo del volontariato a chiunque, indipendentemente dall’impego che voglia o possa metterci”. Il sistema è semplice, attraverso il portale onlinesi può dare la propria adesione ad una delle circa 300 attività mensili proposte su Roma. “Si partecipa con estrema flessibilità – seguita il Presidente – ci si impegna solo per il giorno che si sceglie. Sono attività come servire da mangiare o cucinare per i senza tetto, fare sport con i disabili oppure aiutare i bambini con i compiti. In tutto abbiamo 9000 iscritti, e ogni mese circa 900 persone partecipano alle nostre attività”. Questa collaborazione con l’American Express apre però un nuovo filone d’attività per l’Associazione: “Cerchiamo di rendere il mondo del volontariato fruibile anche per le aziende. Per loro organizziamo queste attività, occupandoci di tutta la parte logistica e burocratica”.

L’IMPEGNO DI AMERICAN EXPRESS – “Siamo molto soddisfatti del progetto realizzato con Romaltruista, per la sua concretezza e utilità e per l’impatto positivo che ha avuto sul nostro personale – ha affermato Daniela Cerboni, Vice President della sezione italiana di America Express – impegnarci per attività di volontariato con l’obiettivo di aiutare la comunità del nostro territorio è di fondamentale importanza per American Express. In questo modo cerchiamo di mettere in pratica uno dei nostri valori chiave, con l’auspicio che possa diventare un modo per avvicinare tutti ai temi di responsabilità sociale. Riportare alla piena fruibilità il Parco Giancarlo Sbraglia è lo scopo di questa prima iniziativa, che dà nuovo lustro a un’area che merita di essere vissuto a pieno”.

Leonardo Mancini