Home Notizie Città Metropolitana

San Paolo, Istituto Armellini: dalla Lega la denuncia sul tetto in eternit

Dalla Lega: “Non siamo a conoscenza di interventi di manutenzione, incapsulamento o rimozione”

SHARE

SAN PAOLO – In Municipio VIII si torna a parlare di amianto e di istituti scolastici. Dopo la recente istituzione di un sportello municipale proprio dedicato ad informare i cittadini su tutte le procedure per l’individuazione e la rimozione in sicurezza di questo pericoloso materiale, è una denuncia della Lega a riaccendere la preoccupazione.

LA DENUNCIA – In questo caso ad essere diventato un osservato speciale, sarebbe il tetto dell’Istituto Armellini nel quartiere di san Paolo, a pochi passi dalla fermata della Metro B. Sono tre esponenti leghisti a lanciare l’allarme, Carlo Passacantilli, capogruppo Area Metropolitana, Raffaella Rosati, consigliera in Municipio VIII e Fabrizio Santori del Direttivo Regione Lazio: “Facendo seguito al dossier presentato dalla Lega dell’Area Metropolitana di Roma Capitale relativamente alla presenza di amianto negli istituti tecnici, professionali e nei licei – hanno annunciato i tre esponenti del carroccio – poniamo l’accento sulla situazione nell’Istituto Armellini di San Paolo, nel cuore del Municipio VIII. Questa situazione è gravissima, dal momento che il tetto della struttura è completamente avvolto dall’eternit, che come è noto qualora rilasciasse nell’aria fibre di amianto rappresenterebbe un problema sanitario da affrontare con urgenza”.

LE INFORMAZIONI A DISPOSIZIONE – Gli esponenti leghisti al momento non hanno a disposizione molte informazioni in merito allo stato del tetto di questo edificio: “Non siamo a conoscenza di interventi di manutenzione, incapsulamento o rimozione dello stesso – fanno sapere Passacantilli, Rosati e Santori – ma nonostante questo assicuriamo a tutti i genitori che ci hanno scritto in queste ore che interverremo presso gli organi competenti per rappresentare l’urgenza con cui devono assicurare la sicurezza e la salute degli alunni, del corpo docente e di tutti i residenti della zona. Per questo nelle prossime ore depositeremo gli atti necessari per la verifica dello stato di conservazione e chiederemo uno studio all’Arpa per capire se l’amianto viene sprigionato nell’aria”.

DAL MUNICIPIO VIII – Una replica a quanto denunciato dalla Lega arriva anche dal Municipio VIII, con il Presidente Amedeo Ciaccheri che ha ribadito la competenza della Città Metropolitana su questa struttura scolastica: “Nonostante ciò – ha proseguito il minisindaco – si è attivato il presidente della commissione ambiente municipale con lo sportello amianto nazionale, con cui il Municipio VIII ha sottoscritto un protocollo di intesa, mettendo a disposizione della cittadinanza, per seguire l’iter dalla segnalazione alla rimozione, quello che dovrebbe fare Roma Capitale”. Una risposta questa che sembra non bastare al capogruppo municipale della Lega, Franco Federici che sottolinea come “se su questa struttura insiste una criticità di questo tipo il Municipio deve quantomeno esserne cosciente, noi segnaleremo tutto alla Città Metropolitana, ma la replica del Municipio ci sembra abbastanza insufficiente”.

LeMa