Home Municipi Municipio VIII

San Paolo: la ‘Pazza Idea’ del CdQ contro i graffiti in via Gozzi

Il CdQ ha stimolato un progetto di pulizia coordinata delle facciate della strada

SHARE

SAN PAOLO – Lo hanno chiamato “Pazza Idea” e non è un disco di Patty Pravo, ma il progetto che il CdQ San Paolo sta portando avanti da diversi mesi. Si tratta del tentativo, che sta già dando i primi frutti, di operare una riqualificazione di via Gaspare Gozzi condivisa tra i residenti. L’idea, ci spiegano i cittadini, era dello scomparso Presidente del CdQ, Roberto Nicolai, ma solo in questi mesi inizia a dare risultati.

DEGRADO E GRAFFITI – Il degrado di via Gaspare Gozzi è da sempre considerato un problema di difficile soluzione. La strada al confine con i binari della Metro B della stazione di San Paolo, in molte occasioni è stata raccontata come uno dei punti di maggior degrado del quadrante. Ma dal CdQ San Paolo è arrivata una “Pazza Idea”: procedere all’unisono alla rimozione dei graffiti dalle facciate dei palazzi. “La scintilla che ha innescato la nostra decisione di portare avanti questo programma si è accesa dopo aver visto i risultati ottenuti dall’intervento effettuato su una piccola porzione di strada per l’apertura di una nuova attività commerciale che ha fatto rimuovere i graffiti che deturpavano i muri”. Così nel marzo del 2016 i cittadini del CdQ hanno iniziato a lavorare, con l’idea di ridare lustro alla strada nell’anno del Giubileo: “Il nostro quartiere e questa strada, con la presenza della Basilica, è stata meta di pellegrini e turisti, l’idea era quella di presentare loro qualcosa di meno inquietante”. Purtroppo le difficoltà burocratiche e amministrative non hanno permesso un intervento immediato, ma questo non ha fiaccato la volontà dei cittadini.

IL PROGETTO – Il CdQ si è preso in carico l’onere di ottenere vari preventivi da società che si occupano di questo tipo di lavori. Stando attenti, oltre alla validità dell’impresa, anche alle tecniche utilizzate, all’impatto e alla garanzia di durata nel tempo. Successivamente hanno contattato tutti gli amministratori di condominio della via e i molti commercianti, ottenendo la quasi totalità dei consensi per questi interventi di ripulitura. “Il costo di questi lavori varia in base alla gravità della situazione – ci spiegano dal CdQ San Paolo – andiamo dai 1.500 euro fino ai 2.200 euro a palazzo. I tempi sono assolutamente ragionevoli. Un isolato si ripulisce in due giorni, occupando solo un paio di metri di suolo pubblico alla volta”.

LA “PAZZA IDEA”… DOMANI – Già molte delle facciate aderenti alla “Pazza Idea” del CdQ sono tornate allo splendore originario, mentre nei prossimi trenta giorni (tutto dipende dai tempi con cui il Municipio VIII rilascerà le Occupazioni di Suolo Pubblico) anche il resto dei condomini aderenti verrà coinvolto dai lavori. “Noi siamo riusciti in questo progetto grazie all’impegno e alla forza dei nostri attivisti – ci spiegano dal CdQ – ma questo progetto può essere replicato ovunque e siamo pronti a dare il nostro aiuto a tutte le realtà che vorranno intraprendere questa strada”. Purtroppo negli ultimi giorni sono già ricomparse alcune scritte, che prontamente verranno ripulite dai cittadini: “Quello che vogliamo far passare è il messaggio che noi non ci arrendiamo – concludono – è normale che sporcheranno ancora, ma noi dobbiamo essere pronti a ripulire, ancora e ancora. Dobbiamo avere la costanza dalla nostra parte”.

Leonardo Mancini

Tratto da Urlo n.147 giugno 2017