Home Municipi Municipio VIII

San Paolo: partono i lavori su viale Leonardo da Vinci

SHARE
lavorileonardovincirid

Ricostruzione dello square centrale e potatura degli alberi, mentre i cittadini hanno paura della riduzione dei parcheggi

L’AREA INTERESSATA DAI LAVORI – Come annunciato in più occasioni dall’Assessorato municipale ai Lavori Pubblici, sono iniziati i lavori di riqualificazione e sistemazione dello square centrale di via Leonardo Da Vinci, nel tratto che va da Largo Leonardo Da Vinci al Casale Garibaldi. In moltissime occasioni abbiamo riportato segnalazioni e lamentele da parte dei residenti della zona sulle condizioni in cui versavano i pochi metri di marciapiede sommersi dalla sosta selvaggia e dalle radici degli alberi: “Speriamo che i lavori siano pensati bene – ci dice una cittadina intenta a leggere la determinazione dirigenziale che avvisa dei lavori – che non si pensi solo a rimpiccolire la strada e ad eliminare parcheggi, altrimenti la situazione peggiorerà solamente”.

IL COSTO DELL’INTERVENTO – Per una volta i cittadini potranno toccare con mano gli oneri derivanti dalla costruzione di opere da parte dei privati. Infatti il costo dell’intervento proviene dagli oneri derivanti dalla costruzione dei PUP: “Si è riusciti a liberare risorse che erano intrappolate tra i rivoli della burocrazia, derivanti dagli oneri concessori del Piano Urbano Parcheggi, per una cifra pari a 126.000 euro – annunciano in una nota congiunta il Presidente del Municipio VIII, Andrea Catarci e l’Assessore municipale, Paola Angelucci – I fondi sono stati utilizzati per realizzare le aiuole per i pini esistenti, così come consigliato dal Servizio Giardini, cigli dei marciapiedi in travertino e la creazione di posteggi per le auto. Inoltre, si sta procedendo alla potatura delle piante presenti”.

VERSO IL DECENTRAMENTO – La speranza per le Istituzioni municipale è che questo intervento non rappresenti un’eccezione, ma che si possano amministrare le risorse per le riqualificazioni in maniera decentrata: “Si tratta di un primo importante risultato, che dà modo alle Strutture Territoriali di poter intervenire sulla manutenzione e la cura dei quartieri, attingendo a quelle risorse che non sempre è facile recuperare – spiegano Catarci e Angelucci – Questo testimonia come sia indispensabile che i Municipi siano protagonisti sul versante dell’entrate e del recupero delle somme dovute, procedendo a quella fondamentale modifica dei regolamenti sul decentramento amministrativo, dando possibilità alle Amministrazioni Municipali di poter spendere quanto recuperato”.

Leonardo Mancini