Home Municipi Municipio VIII

Siringa alla Scuola Ferrari: avviata la bonifica

SHARE
scuolaenzoferrariRID

L’Assessorato Capitolino manifesta la sua vicinanza, intanto l’opposizione Municipale sottolinea le mancanze dell’Amministrazione

LE REPLICHE – Dopo le notizie sul ferimento di un bambino della Enzo Ferrari di Roma 70 con una siringa abbandonata nel cortile della scuola, non sono mancate le dichiarazioni di sdegno nei confronti dell’accaduto. 

DALL’ASSESSORATO CAPITOLINO – In primis l’Assessore Capitolino alla Scuola, Alessandra Cattoi, che in una nota, oltre a manifestare la sua vicinanza alla famiglia e al bambino, afferma: “Appena saputo che un bambino si era punto con una siringa nel giardino di una scuola dell’infanzia statale dell’VIII Municipio, sono state immediatamente messe in azione tutte le misure necessarie al controllo e alla pulizia delle aree verdi dell’istituto. Squadre dell’Ama e della Multiservizi stanno operando in queste ore per garantire le condizioni di sicurezza delle bambine e dei bambini, mentre la Polizia Locale è impegnata nella ricostruzione della dinamica dell’accaduto. Dalle prime informazioni – seguita l’Assessore – si tratterebbe di un gesto di uno sconsiderato che ha lanciato alcune siringhe nel giardino della scuola senza curarsi della gravità delle conseguenze”.

DAL MUNICIPIO VIII – Il presidente del Municipio VIII, Andrea Catarci in una nota torna a ricordare le necessità dei territori, con la oramai cronica mancanza di fondi per le manutenzioni: “Urgono risorse sia finalizzate alla gestione straordinaria che a quella ordinaria. L’episodio sconcertante verificatosi a Roma 70, con un bambino punto da una siringa gettata dalla strada nell’area verde annessa, ne è ulteriore e drammatica testimonianza – seguita il minisindaco – Se è evidente che nel caso specifico l’irresponsabilità soggettiva del tossicodipendente di turno costituisce l’elemento prevalente, è altrettanto chiaro come una puntuale cura degli spazi che ad oggi non si dà, avrebbe potuto prevenire questo ed altri rischi. L’intero Municipio si stringe sentitamente al bambino e alla sua famiglia”.

UNA VICENDA FUORI DA OGNI LOGICA – La scuola Ferrari con il suo ampio cortile affaccia su le Erminio Spalla e via di Grotta Perfetta, a poche decine di metri dal Commissariato Tor Carbone. È proprio nel giardino della scuola, in corrispondenza con via Grotta Perfetta che il bambino avrebbe trovato la siringa. “Non è pensabile che in una città come Roma si tolleri una vicenda come questa – spiega il Capogruppo di Fi in Municipio VIII, Simone Foglio – Non si può pensare che i tanti genitori che lasciano i propri figli nelle strutture comunali debbano convivere con questo tipo di preoccupazione”. La posizione del Consigliere forzista è chiara, una qualche iniziativa va subito messa in campo: “È certo che un qualche tipo di intervento, per evitare l’introduzione nel giardino scolastico oppure il lancio di rifiuti dall’esterno, debba essere attuata repentinamente – aggiunge – Non si può continuare a nascondersi dietro le casse vuote o i buchi di bilancio. Questa amministrazione deve mettere mano ai conti e trovare i fondi per far vivere in piena sicurezza anche i suoi cittadini più piccoli”. 

L’UTILIZZO DI FONDI IN MUNICIPIO VIII – Foglio torna poi a ricordare quali siano gli ultimi ingenti investimenti dell’amministrazione sul territorio: “Siamo stanchi di sentire che i fondi vengono destinati soltanto ad opere inutili, alle necessità dei soliti noti oppure ad un solo quadrante. Non è di molto tempo fa la notizia dei 300 mila euro per la riqualificazione del centro sociale La Strada, oppure il milione di euro destinato agli ex Bagni Pubblici di Garbatella – conclude – C’è bisogno che l’amministrazione municipale inizi a prendersi cura di tutto il territorio, ma soprattutto di tutte le strutture scolastiche”. 

Leonardo Mancini