Home Municipi Municipio VIII

Sottopasso Colombo: nuovo sgombero nella galleria

SHARE
BonificasottopassoColombo

Pericolo di incendio nei ricoveri di fortuna, sgomberate 18 persone

LA NOTIZIA DELL’OCCUPAZIONE – Nelle scorse settimane alcune segnalazioni avevano riportato l’attenzione sulla situazione del sottopasso pedonale di via Cristoforo Colombo, che collega via Costantino con via dei Georgofili. La notizia di un nuovo insediamento abusivo all’interno della galleria ha fatto immediatamente mobilitare le autorità competenti che, una volta accertata l’occupazione, hanno proceduto allo sgombero.

 

LO SGOMBERO – dieci agenti della Sezione Pics, 15 operatori Ama Linea Decoro, quattro operatori di Ama disinfestazioni e due operatori della Sala Operativa Sociale, hanno partecipato all’operazione. Nell’insediamento sono stati trovati dieci piccoli ricoveri di fortuna costruiti con legno, cartone ed altri materiali altamente infiammabili, nonché materassi, mobili, contenitori di alcool etilico e bombole di gas. La bonifica, pertanto, si è resa necessaria ed urgente in considerazione del pericolo di eventuali incendi a cui erano esposti i diciotto cittadini di nazionalità rumena, di cui tre bambini in tenera età, che vivevano nell’accampamento. Gli stessi sono stati assistiti e registrati dal personale della Sala Operativa Sociale. Nell’operazione, fanno sapere le autorità, sono stati rimossi circa trenta metri cubi di rifiuti.

LA STORIA – Il sottopasso venne costruito negli anni Settanta per collegare i capannoni dell’ex Fiera di Roma ai quartieri circostanti, ma venne chiuso quasi subito a causa di un episodio di violenza sessuale. Solo nel 2000 il passaggio è stato riaperto, per essere immediatamente occupato da alcuni senza tetto. Il primo intervento di sgombero, nel 2008, non ebbe l’esito sperato, infatti gli occupanti tornarono nella galleria in pochi mesi. Gli ingressi sono stati infine sbarrati nel mese di novembre del 2009 a seguito di un nuovo sgombero. Da quel momento il sottopasso è rimasto chiuso, facilitando l’accumulo di immondizia agli ingressi, spesso utilizzati anche come luogo di prostituzione.

IL BANDO – Durante la scorsa amministrazione capitolina il sottopasso è stato oggetto di un bando per la locazione a fini commerciali che, nonostante il basso canone di affitto (5 euro al mq), è rimasto deserto, probabilmente per la chiusura della Fiera di Roma che ha reso meno vantaggioso l’impiego commerciale della galleria.

Leonardo Mancini