Home Municipi Municipio VIII

Topi negli uffici del Municipio VIII: Fi chiede le dimissioni di Catarci e Marino

SHARE
topoRID

Catarci: “Veri luminari, dagli escrementi capiscono che sono topi, proprio come con le siringhe infette”

LA SEGNALAZIONE – Da questa mattina è rimbalzata la notizia del ritrovamento di quelli che sembrano escrementi di topo, all’interno dei locali degli Uffici Anagrafici del Municipio VIII in via Benedetto Croce 50. A darne comunicazione i due Consiglieri municipali di Fi, Simone Foglio e Maurizio Buonincontro, che sono stati allertati dai dipendenti: “Siamo stati accompagnati ad accertarcene di persona e abbiamo potuto prendere visione di questa assurda situazione e abbiamo ritenuto doveroso convocare la commissione controllo e garanzia per domani mattina. I cittadini increduli che hanno assistito al sopralluogo tra le cacche dei ratti, aspettano con ansia le dimissioni di Catarci e Marino – concludono -Esprimiamo solidarietà ai dipendenti dell’ufficio costretti a lavorare in condizioni vergognose“.

LA REPLICA DELLA PRESIDENZA – La risposta della presidenza non è tardata ad arrivare, con il Presidente Andrea Catarci che, ironicamente, si congratula con i consiglieri d’opposizione per la loro preparazione scientifica: “Sorprende e non poco, la preparazione scientifica dei consiglieri locali del centro destra. Sono riusciti ad asserire con certezza che i micro escrementi rinvenuti all’interno di una scatola appartengono a piccoli roditori. Sono gli stessi consiglieri – ricorda il Presidente – che giorni fa dichiaravano che le siringhe rinvenute nei pressi di una scuola erano sicuramente infette e portatrici di chissà quale patologia”. La vicenda citata da Catarci riguarda il ferimento di un bambino della Scuola Ferrari di Roma 70. In quell’occasione una nota del centro destra asserì inequivocabilmente che si trattava di siringhe infette, senza che vi fosse alcun riscontro: “Ci si trova di fronte non a dei semplici rappresentanti dei cittadini del Municipio ma davanti a dei luminari della scienza che riescono a vedere oltre ogni ragionevole dubbio”, aggiunge Catarci.

LE VERIFICHE – Da parte delle autorità municipali si stanno comunque portando avanti tutte le verifiche del caso, per accertare le condizioni igieniche degli uffici e delle aree aperte al pubblico: “Dai primi riscontri – seguita Catarci – vista la presenza consistente di trappole per topi, nonché l’assenza di rumori sospetti, non risultano esserci ratti o animali similari, con buona pace degli esponenti locali di Forza Italia. Forse – conclude il Presidente – a dar loro fastidio è la buona qualità dei locali che ospitano gli uffici e l’ampio parcheggio, realizzati di recente, che hanno distruttivamente contrastato ma senza successo“. 

Leonardo Mancini