Home Municipi Municipio VIII

Un nuovo centro sportivo polivalente e un giardino pubblico a Via Galba

SHARE

In una nota odierna annunciata la creazione della struttura nell’area della “buca”

È di oggi la notizia e a darla è il Presidente dell’XI Municipio, Andrea Catarci (Sel), che in una nota chiarisce l’importo dei finanziamenti e le linee guida del progetto, che prevede la costruzione di un centro sportivo polivalente, che prevede campi di baseball, basket, tennis, pallavolo, calcetto e pallamano oltre ad un’area attrezzata per lo skate e tavoli di ping pong. Entrando nel merito del progetto, a cui hanno collaborato anche gli studenti dei plessi scolastici della zona interessata, il Presdiente spiega che i costi saranno divisi tra pubblico e privato, con stanziamenti che risalgono all’ex giunta regionale e l’impegno della società sportiva Lazio Baseball & Softball, dichiarando: “il Municipio Roma XI ha realizzato con successo una duplice operazione: una parte verrà trasformata in Giardino pubblico, grazie ad un progetto finanziato per 100.000 € dall’ex Giunta regionale due anni fa e ad un’azione di progettazione dal basso realizzata dalle scuole “Confalonieri” e “Severo” di Via Alessandro Severo; nella restante parte, a seguito di una Convenzione che il Municipio Roma XI ha sottoscritto con la Società Sportiva Lazio Baseball & Softball, si realizzerà un centro sportivo polivalente, per un costo di 75 mila euro interamente a carico della Società Sportiva in aggiunta alla manutenzione dell’intera area, a verde e sportiva, che la Società sportiva si assume come onere.”. Non manca una nota polemica, quando, ammonendo l’Amministrazione comunale il Presidente rivendica per il Municipio che amministra il merito di aver raggiunto questo importante traguardo “nell’immobilismo più totale di una Giunta Alemanno che per anni ha negato persino i fondi per le bonifiche, mentre alcuni consiglieri comunali della stessa maggioranza scrivevano ipocriti solleciti al Municipio XI per chiedere interventi nell’area”. Ciò nonostante la notizia è buona e denota lo sforzo di andare incontro alle esigenze della popolazione, soprattutto nell’ottica della riqualificazione di un’area di un quartiere storico di Roma come San Paolo, che vede tanti giovani gravitargli attorno. Per questo motivo esprime la sua soddisfazione il Presidente Catarci, che, sottolineando ancora una volta l’importanza della cooperazione tra pubblico e privato, chiosa: “Con questa iniziativa si dimostra che dar vita a forme di collaborazione tra pubblico e privato in cui a prevalere sia l’interesse collettivo e non il profitto e il business, è davvero possibile”.

 

Stefano Cangiano