Home Municipi Municipio VIII

Via Ostiense: apre il cavalcaferrovia, ripensare il futuro

SHARE

Ripensare via Ostiense è il tema dell’incontro pubblico di oggi venerdì 30 marzo all’Urban Center Roma XI di via Nicolò Odero. Ne dà notizia un comunicato stampa del Municipio XI.

«Amministratori, tecnici, studiosi internazionali, progettisti, imprese e cittadini, – dichiarano Andrea Catarci e Alberto Attanasio, rispettivamente presidente e vicepresidente del Municipio XI – alla vigilia dell’inaugurazione dell’imponente cavalcaferrovia prevista per fine aprile, discutono insieme sul futuro di questo spazio pubblico oggi privo di identità, incerto e introverso». L’incontro dell’Urban Center, “Via Ostiense: ricerca per un asse urbano”, si inserisce in una serie di iniziative pubbliche finalizzate all’elaborazione di linee programmatiche per la via Ostiense, nel tratto tra la Piramide e la Basilica di San Paolo. I cambiamenti iniziati negli anni Novanta, grazie soprattutto all’insediamento dell’Università degli Studi Roma Tre, hanno dato avvio nell’area ad un processo di trasformazione sociale, economica e identitaria. Ma nella ripresa di attività lungo via Ostiense, nelle ipotesi formulate per edifici e aree lungo di essa, lo spazio dimenticato appare proprio quella della strada. A questo tema, ad uno spazio pubblico di due chilometri e mezzo, ad un viale urbano che attraversa un contesto in trasformazione, è dedicato l’incontro pubblico. Ne discutono, tra gli altri, João Ferreira Nunes, paesaggista del PROAP di Lisbona, Mario Panizza e Michele Furnari dell’Università Roma Tre, Nicola di Battista dell’Università di Cagliari, Francesco Del Tosto, progettista del Cavalcaferrovia di collegamento tra la Circonvallazione Ostiense e via Ostiense, Giulio de Virgilio, amministratore delegato di Sviluppo Centro Ostiense, la società che coordina la riqualificazione degli ex Mercati Generali. È stato invitato Michele Civita, assessore al territorio della Provincia di Roma.

 

«Questo è quello che dovrebbe fare ogni buona Amministrazione – concludono Catarci e Attanasio – lavorare per il futuro della città, pensandone e prevedendone gli sviluppi assieme agli attori interessati. Ringraziamo la Provincia di Roma che ha finanziato questo progetto e ci sta aiutando a migliorare la vita dei cittadini di Ostiense».