Home Municipi Municipio VIII

Virginia Raggi in Municipio VIII: elezioni nella prossima primavera

Contestazioni contro Sindaca e Giunta: “Fateci votare subito”

SHARE

 

LA SINDACA IN MUNICIPIO VIII – Questa mattina la Sindaca Raggi con l’intera Giunta (assenti soltanto gli assessori Colomban e Mazzillo) ha dapprima tenuto un riunione con i suoi assessori, per poi incontrare brevemente la cittadinanza. L’annuncio che nella giornata di oggi sarebbero stati diffusi i calendari delle presenze degli assessori comunali in Municipio VIII era stato diffuso ieri, mentre la notizia dell’incontro è trapelata soltanto in mattinata.

LE CONTESTAZIONI ALL’ARRIVO – Già all’arrivo della Sindaca una trentina di attivisti dei Movimenti di lotta per la casa e della Coalizione Civica del Municipio VIII, hanno manifestato chiedendo a gran voce di portare al più presto il territorio al voto, superando così l’impasse creata dopo le dimissioni dell’ex minisindaco penta-stellato Paolo Pace. “Casa, accoglienza, dignità: le vere priorità contro la vostra legalità”, questo quanto scritto sugli striscioni. E ancora “La decisione torni ai cittadini elezioni subito”. “Siamo rimasti senza un governo del territorio per la vostra manifesta incapacità di governare – ha spiegato Amedeo Ciaccheri, portavoce della coalizione – È la prima volta che viene qui e nemmeno ci saluta. Quello che è successo qui non era mai successo in anni precedenti. Nidi, fiera di Roma, emergenza casa, via Odescalchi: sono solo alcuni dei nodi che la vostra giunta non è stata in grado di sciogliere”.

L’INCONTRO – Le contestazioni si sono ripetute anche quando Virginia Raggi ha voluto presentare ai pochi cittadini presenti la Giunta Comunale: “Abbiamo preso possesso del municipio e iniziato a prendere conoscenza più approfondita delle problematiche – ha detto la Sindaca mentre veniva più volte interrotta da domande sulla data delle elezioni – Il percorso qui si è interrotto per l’incapacità del Presidente e dei Consiglieri di trovare un accordo su alcune tematiche”.

LA DATA DELLE ELEZIONI – Sulla data delle elezioni la Sindaca ha poi affermato che per il Municipio VIII si dovrà probabilmente aspettare la prossima primavera: “Non siamo qui per decidere la data delle elezioni. L’Assemblea Comunale ha già chiesto con una mozione di arrivare al voto il prima possibile”. A chi poi chiedeva se la data coinciderà con la tornata elettorale di Ostia (prevista per il prossimo ottobre), Virginia Raggi ha replicato: “Ostia e il Municipio VIII sono realtà diverse, ad Ostia si voterà ad ottobre, mentre qui nella prossima primavera”. A seguito di questa affermazioni sono molti i cittadini che hanno lasciato l’aula in segno di protesta, mentre Virginia Raggi cercava di spiegare che la data non è una decisione che ricade sul Sindaco, ma sul Prefetto, consigliando ai manifestanti di recarsi al Ministero a protestare.

DALLE OPPOSIZIONI – Sono chiare le repliche delle opposizioni, affidate agli ex consiglieri del Municipio VIII: “La Raggi e la sua Giunta stanno oltre mezza giornata al Municipio senza far nulla – scrive in un post l’ex consigliere Andrea Catarci – Impediscono di parlare alle realtà sociali e politiche del territorio che li contestano ed annunciano che, mentre Ostia voterà ad ottobre, per il Municipio Roma VIII se ne parla la prossima primavera. Per i loro interessi di bottega, per far dimenticare alla cittadinanza i loro disastri, il M5s vuole tenere a bagnomaria i nostri quartieri fregandosene dei problemi che si aggravano e dello s-governo che continua – conclude – Ma non avranno vita facile, saremo il loro peggior incubo”. Anche dal Pd arrivano critiche molto dure nei confronti dell’operato del Campidoglio: “Oggi apprendiamo che la volontà della Sindaca e del movimento cinque stelle è quella di votare nella prossima primavera – affermano gli ex consiglieri democratici in Municipio VIII – A seguito di questa dichiarazione in segno di protesta l`aula è rimasta deserta. Continuerà quindi lo stato di incertezza, preoccupazione e della totale assenza di governo per i cittadini del Municipio VIII. Chiediamo con forza le elezioni per ristabilire la democrazia nel Municipio VIII accorpandole con quelle previste per ottobre”.

IL CONSIGLIO POPOLARE – Intanto l’ex consigliere Ciaccheri annuncia la nuova iniziativa messa in campo dalla Coalizione Popolare: “Il 25 maggio saremo di nuovo qui e daremo il via al primo Consiglio popolare dell’VIII Municipio perché il territorio è senza governo e si autogoverna da solo ormai. Uno spazio pubblico per la democrazia nel nostro territorio – seguita – Inaugureremo il Consiglio Popolare, perchè il Commissariamento delle Istituzioni non tolga voce alle vertenze, ai bisogni, ai desideri che nascono e resistono ogni giorno nella nostra parte di città. Non permetteremo all’assessore Meloni, che si divertiva ad andare in giro con il motorino a caccia dei migranti, di usare il nostro Municipio come vetrina. Sappia che non è il benvenuto”.

Leonardo Mancini

SHARE