Home Municipi Municipio XI

Approvata mozione riqualificazione Largo Mengarini

SHARE

Approvata all’unianimità una mozione per la riqualificazione di Largo Mengarini (Vigna Pia). A darne notizia un comunicato stampa del consigliere Pdl del Municipio XV, Augusto Santori, che pubblichiamo.


“L’approvazione unanime della mozione che richiede la riqualificazione e la messa in sicurezza di Largo Mengarini a Vigna Pia è un risultato importante che voglio condividere con tutti i colleghi della Commissione Lavori Pubblici sia di maggioranza che di opposizione, perché rappresenta una prima tappa fondamentale per arrivare a dare risposte concrete a un quadrante del nostro Municipio che da tempo chiedeva ascolto e interventi tangibili per la vivibilità di una delle piazze nevralgiche del quartiere”, così dichiara in una nota Augusto Santori, consigliere del PDL del Municipio XV e membro della Commissione Lavori Pubblici.

“A dire il vero una prima riqualificazione della piazza fu realizzata nel 2004 dal Comune di Roma, in particolare dal Dipartimento Politiche per la Periferia – prosegue Santori – di fatto migliorando mobilità e sostenibilità della piazza, divenuta quasi tutta pedonale. Gravi difetti però si riscontrarono fin dall’inizio in alcuni elementi di progettazione che poco avevano a che vedere con la reale funzionalità della piazza, in particolare da parte dei bambini. La presenza di dossi in cemento, definiti giochi per bambini da progetto, rappresenta ancora oggi l’elemento più discusso della piazza. Ma non solo: una fontanella da rimettere in sesto, così come la recinzione dell’area pedonale, per arrivare a reimmaginare l’intera viabilità attorno al rettangolo pedonale che la caratterizza. Poi, come richiesto da numerosi genitori, anche qualche gioco per bambini, visto che a Vigna Pia ancora non vi è un’area attrezzata per bambini”.

“La piazza, ad oggi di competenza del Municipio XV – conclude Santori – potrà essere quindi riqualificata solo partendo da un progetto predisposto dagli uffici tecnici municipali, ora però l’input della politica c’è stato ed anche unanime”.