Home Municipi Municipio XI

Canile Muratella: gli incendi acuiscono il disagio dei volontari

SHARE
canili repertorio

I volontari del canile Muratella, a seguito degli incendi, denunciano lo stato di abbandono della struttura

 

L’INCENDIO – A seguito del secondo incendio a Muratella gli operatori del canile omonimo su via della Magliana hanno denunciato lo stato di abbandono in cui vive la struttura ormai da troppo tempo, situazione accentuata proprio dallo stato di emergenza di questi giorni nel quadrante. “Questa volta – scrivono gli operatori in una nota su Facebook – il fuoco avvolge completamente la parte alta, quella a ridosso della montagna, del canile, vengono distrutte alcune gabbie del settore reperibilità, all’incirca 5 gabbie dove alloggiano i cani in attesa di essere trasferiti ai settori di degenza situati nell’area opposta. Per fortuna e come sempre alcuni volontari ed ex lavoratori si trovano in canile e riescono a portare in salvo i cani. Prontamente danno l’allarme perché il fuoco si espande in maniera minacciosa e rapida lungo tutto l’arco della recinzione del canile, mettendo in pericolo il resto dei cani e dei gatti presenti”.

L’INTERVENTO DEI VIGILI DEL FUOCO – “Alle ore 17 circa arrivano i Vigili del Fuoco – continuano nella nota gli operatori – che iniziano a mettere in sicurezza il canile, spegnendo il fuoco che avanza, mentre i veterinari della ASL RMD a fine turno lasciano la struttura senza accertarsi delle condizioni degli animali. Solo intorno alle 21 il fuoco viene definitivamente spento”.

LA DENUNCIA DEGLI OPERATORI – Dopo quell’ora arriva nella struttura un funzionario dell’Ufficio Tutela e Benessere Animale del Comune di Roma per accertarsi dello stato del canile e degli animali. “I Vigili del Fuoco, alla fine del loro lavoro, impartiscono una consegna ben precisa, sorvegliare ogni ora se insorgono nuovi focolai. Cosa risponde il funzionario ancora presente? Dopo aver effettuato qualche telefonata non prevede alcuna sorveglianza all’interno della struttura e lascia il canile. Anche i Vigili Urbani, chiamati per attivare le istruzioni dei Vigili del Fuoco, decidono di non rimanere a vigilare durante la notte. Anche la Protezione Civile lascia il canile. A quel punto chi si prende carico di eseguire le istruzioni dei Vigili del Fuoco è uno degli ex lavoratori che si rende disponibile a trascorrere tutta la notte in canile per monitorare la situazione”.

SITUAZIONE AL LIMITE – Presso il canile Muratella, dal 1 maggio di quest’anno, sussiste una situazione di autogestione. I volontari continuano a mandare avanti la struttura autonomamente, grazie a raccolte fondi e donazioni.

Serena Savelli