Home Municipi Municipio XI

Corviale: con il nuovo posto di Polizia torna l’attenzione sull’ex Farmer’s

Previsto un nuovo presidio in via Mazzacurati, mentre si attende la riqualificazione degli spazi che fino al 2015 ospitavano il Farmer’s Market

SHARE

Tratto da Urlo n.175 Gennaio 2020

CORVIALE – Il 17 dicembre scorso il Viminale ha varato il nuovo assetto per la sicurezza della Capitale nel corso del Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza pubblica, presieduto dal ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese. La nuova pianificazione dei presidi cittadini delle forze dell’ordine, che porta importanti novità soprattutto nei quadranti periferici, prenderà il via già a partire dai primi mesi del 2020, quando nei territori si inizieranno a percepire i frutti di questa riorganizzazione. Nasceranno 15 distretti, delle ‘mini questure’ coincidenti con i 15 Municipi sui cui territori avranno competenza. I nuovi Distretti saranno anche uffici utili al rilascio di passaporti, licenze amministrative, porti d’armi e permessi di soggiorno. Gli attuali 39 commissariati di polizia verranno quindi trasformati in 15 distretti e 24 commissariati. Inoltre (e questa è la novità che interessa maggiormente il nostro territorio) verrà istituito un nuovo posto di polizia nel quartiere di Corviale. Un’ottima notizia per il Municipio XI che si aggiunge all’altra novità degna di nota sotto il profilo della sicurezza che riguarda l’apertura di una nuova Stazione dei Carabinieri nel quartiere del Trullo.

IL DISTRETTO XI

Per quanto riguarda il Municipio XI questo nuovo assetto trasforma fortemente la rete di controllo del territorio, dando seguito anche ad alcune storiche richieste dei cittadini e delle forze politiche municipali. Il Distretto XI infatti si andrà a posizionare all’interno del Commissariato San Paolo, mentre nasceranno il Commissariato Portuense e il posto di Polizia a Corviale, all’interno dei locali dell’ex Farmer’s Market, a due passi dall’Aula del Consiglio Municipale di via Mazzacurati. “Presto capiremo se ci sarà nuovo personale dedicato oppure se otterremo solo un distaccamento dal Commissariato San Paolo – affermano gli esponenti leghisti in Municipio XI, Daniele Catalano e Enrico Nacca – In ogni caso è importante che aumenti il controllo sul territorio, mentre vigileremo sull’intervento e sulla tempistica. Al momento non abbiamo una data di apertura, ma crediamo che sarà necessario almeno un anno prima di vedere realizzato il posto di Polizia a Corviale”. Quella di una maggiore presenza delle forze dell’ordine nei quartieri più periferici del Municipio XI è una richiesta che periodicamente è stata avanzata tra gli esponenti delle varie forze politiche locali: “Finalmente l’attenzione sul Municipio XI si concentra sulle zone più periferiche – afferma da Fdi, Valerio Garipoli – dove la richiesta di controlli e sicurezza è sempre più ampia. Basti pensare ai tanti furti segnalati a Colle del Sole, o al Trullo in questi ultimi anni”.

I PROGETTI SULLA STRUTTURA

Al netto della realizzazione di un Posto di Polizia a Corviale, l’occasione è interessante anche per riaccendere un dibattito, mai veramente sopito, sulla necessità di ridare funzioni agli spazi che, fino al 2015, erano occupati dal Farmer’s Market. La chiusura del mercato contadino a Km0 era stata segnata dalla necessità di intervenire con dei lavori di adeguamento della struttura e con un nuovo bando di assegnazione per i commercianti. In quell’occasione non erano mancate le proteste da parte degli stessi commercianti e i tentativi di salvaguardare quell’esperienza. Purtroppo l’esperimento del mercato all’aperto non proseguì e il Farmer’s chiuse definitivamente i battenti. A febbraio dello scorso anno, prima che il minisindaco del Municipio XI, Mario Torelli, venisse sfiduciato e la sua Giunta sciolta, l’allora assessore municipale Stefano Lucidi, aveva predisposto un progetto per riqualificare e riaprire quegli spazi e che confluì in una Delibera Capitolina. In quell’occasione fu il consigliere e presidente della Commissione capitolina Commercio, Andrea Coia, a parlare della realizzazione di una struttura integrata di servizi sociali e commerciali che offrisse anche presidio di sicurezza alla cittadinanza, prevedendo una farmacia comunale, un punto per i servizi postali e un presidio di Polizia di Stato. Ma dopo quella prima presa di posizione da parte del Comune, su quegli spazi purtroppo non c’erano state più notizie e nessuno nell’amministrazione si era sbilanciato nell’indicare una tempistica per quegli interventi. “Abbiamo sempre richiesto la riapertura del mercato in via Mazzacurati. Purtroppo – aggiunge Garipoli – le difficoltà non mancano, nonostante un luogo come quello in questo quadrante servirebbe ed era molto apprezzato dai cittadini. L’amministrazione 5Stelle aveva immaginato un percorso alternativo ma ancora non abbiamo visto nulla di concreto”.

LE SPERANZE PER IL 2020

Ora, con l’indicazione del Posto di Polizia a Corviale da parte del Viminale, sembra riaprirsi la partita. Restano certamente sul piatto le difficoltà tecniche nel realizzare dei servizi in quegli spazi, in primis la necessità di superare tutti quegli adeguamenti che nel 2015 portarono alla chiusura del Farmer’s. Nei prossimi mesi, quando l’indicazione del Viminale prenderà forma, avremo contezza di come verranno suddivisi gli spazi, oltre a capire se verrà dato seguito a quell’elenco di servizi e funzioni pensate della passata amministrazione 5 Stelle e sancito da una Delibera Capitolina del febbraio 2019.

Andrea Calandra