Home Municipi Municipio XI

Corviale: entro l’estate potrebbe tornare il Farmer’s Market

L’idea del M5S è quella di portare negli spazi di via Mazzacurati anche la Polizia, le poste e una farmacia comunale

SHARE

Tratto da Urlo n.154 febbraio 2018

CORVIALE – Nel novembre scorso, dopo la bocciatura di un atto in Consiglio municipale presentato dal centro destra per l’istituzione di un presidio dei Carabinieri in zona Colle del Sole, si riaccese l’attenzione sulla struttura dell’ex Farmer’s Market di Corviale. In quell’occasione si comprese che proprio la rimodulazione delle funzioni di questo spazio in via Mazzacurati era alla base della bocciatura dell’atto del centro destra. La risposta ottenuta dal Municipio XI riguardava una serie di incontri volti all’inserimento di un posto di Polizia proprio nei locali che fino a qualche anno fa ospitavano il mercato dei produttori a Km0.

NUOVA VITA – Oggi quest’ipotesi sembra farsi più reale, dopo le parole dell’Assessore municipale al Patrimonio, Stefano Lucidi: “L’immobile sito in via Mazzacurati, attualmente vuoto, tornerà presto a vivere grazie all’insediamento di quattro importanti realtà per il nostro territorio e per il quadrante Corviale: la riapertura del mercato agricolo – il Farmer’s Market, ndr – un nuovo presidio di Polizia di Stato, la farmacia comunale e l’ufficio postale”.

LA VICENDA DELL’EX FARMER’S MARKET – Il Farmer’s Market di Corviale aprì i battenti nel 2011: un’esperienza importante e molto frequentata che però negli anni ha avuto non pochi problemi. Nel 2015 infatti, nonostante le rassicurazioni dell’allora Sindaco Marino, che puntavano a coinvolgere gli assessorati per la stesura di un progetto alternativo, arrivarono i sigilli alla struttura da parte della Polizia Locale. La chiusura si rese necessaria per delle irregolarità nei bandi per l’assegnazione dei locali di proprietà del Comune e a causa della necessità di procedere con degli interventi di manutenzione straordinaria. Fu infatti un sopralluogo del Dipartimento Agricoltura, effettuato nel luglio 2014, a rilevare problemi di infiltrazioni di acqua piovana la cui risoluzione non poteva essere rinviata. Da più parti si cercò di far proseguire l’esperienza, con i banchi posizionati su strada o con le richieste di procedere con i lavori soltanto a mercato chiuso, ma non si riuscì a trovare la quadra e il Farmer’s chiuse i battenti. Da quel momento in poi la struttura è rimasta chiusa, preda del degrado, ma dei lavori di manutenzione nemmeno l’ombra.

LE DIFFICOLTÀ DA SUPERARE – Ora, con la nuova progettualità messa in campo dall’amministrazione pentastellata, la struttura di via Mazzacurati potrebbe ottenere una nuova vita. Ma restano ancora da superare alcuni ostacoli, quelli che portarono alla chiusura del Farmer’s. In primis i problemi strutturali (le infiltrazioni d’acqua rilevate nel 2014): “I lavori di adeguamento e manutenzione del mercato agricolo – ci spiega l’Assessore Lucidi – saranno inclusi nel bando a cura del Dipartimento Attività Produttive”. Poi le criticità riscontrate nell’assegnazione dei banchi, sulle quali interverrà un nuovo bando che, a quanto apprendiamo, dovrebbe arrivare a breve sempre dal Dipartimento Attività Produttive. Altra questione che abbiamo voluto sottoporre all’Assessore Lucidi riguarda i necessari lavori per ospitare le altre tre realtà che andranno a condividere lo spazio di via Mazzacurati: il posto di Polizia, le poste e la farmacia comunale. Da quanto apprendiamo “i lavori per l’area destinata a servizi pubblici verranno realizzati in via principale a cura degli altri enti”. Quindi saranno il Comune, Poste Italiane e il Ministero degli Interni a finanziare gli interventi necessari. L’attesa per un’iniziativa di questo genere è molta, tant’è che dal Municipio XI puntano a rendere più veloci possibili i passaggi necessari alla rinascita di questo spazio: “Considerando i tempi di pubblicazione del bando – conclude Lucidi – l’esame delle proposte e i lavori da effettuare, contiamo di aprire il mercato in estate. La promozione dell’economia locale – conclude Lucidi – l’individuazione di punti nel territorio con maggiori rischi per la sicurezza dei cittadini e l’offerta di servizi destinati all’utenza, rappresentano un obiettivo con elevata valenza sociale e istituzionale e per questa amministrazione sono la bussola del lavoro quotidiano sul territorio”.

UNA COSA ALLA VOLTA – Nell’opposizione il Consigliere di Fdi, Marco Palma, presente anche nelle scorse amministrazioni, ben conosce la vicenda del Farmer’s Market di Corviale: “Nel 2010 portammo lo spazio di via Mazzacurati all’attenzione del Dipartimento e quando nel 2011 si aprì la struttura lo si fece con l’intento di arrivare alla realizzazione di un vero e proprio mercato rionale – spiega – purtroppo non si è riusciti in questo e dopo la chiusura non si è visto più nessun intervento”. Ora le possibilità presentante dai 5 Stelle per questo spazio non lasciano indifferente il Consigliere Palma: “Mi sembra che ci sia troppa carne al fuoco – aggiunge – io punterei a far rivivere lo spazio con il Farmer’s, poi, in seguito, lavorerei per aumentare le funzioni di questo luogo. Il rischio è che con troppe cose in ballo si rischia di impantanarsi e le difficoltà da superare non sono poche”.

Leonardo Mancini