Home Municipi Municipio XI

Marconi: 60 cittadini bengalesi stipati in sei appartamenti

SHARE
avicenna controlli

Scattano i controlli della Polizia Locale in una palazzina di via Avicenna

I CONTROLLI – L’operazione, programmata da tempo, è partita questa mattina alle 6.00 e ha impegnato numerosi agenti della Polizia Locale del Gruppo Marconi, assieme ad una pattuglia della Polizia di Stato del Commissariato San Paolo e ad un ispettore della ASL RM3. Lo stabile di via Avicenna in zona Marconi era già attenzionato da tempo dalle Forze dell’ordine, che nel corso degli accertamenti hanno rilevato come, in sei appartamenti, vivessero più di 60 persone. Tutte di nazionalità bengalese e in condizioni igienico sanitarie precarie.

CONDIZIONI PRECARIE – I cittadini bengalesi erano stipati in ogni stanza disponibile, spesso con giacigli di fortuna. “Oltre al palese sovraffollamento e a importanti problemi di ricambio dell’aria – fanno sapere dalla Polizia Locale – gli agenti hanno scoperto cucine a gas ed elettriche con pentole e cibi, utenze elettriche collegate con fili scoperti e spine fuori norma potenzialmente pericolose per gli abitanti e gli altri inquilini dello stabile”.

LE DENUNCE – In due dei sei appartamenti risiedevano interi gruppi familiari con bambini, mentre nei restanti sono stati trovati soltanto uomini. Gli agenti hanno proceduto all’identificazione trovando due persone sprovviste di documenti. I due uomini sono in seguito risultati clandestini e denunciati all’Autorità Giudiziaria. Denunciato anche un cittadino extracomunitario, possessore di regolare contratto d’affitto, che “oltre a subaffittare lucrosamente le stanze agli altri, a prezzi che variavano da 100 a 200 Euro mensili – spiegano dalla Polizia Locale – aveva attrezzato assieme alla moglie una cucina per fornire somministrazione alimentare serale a pagamento per molti connazionali”.

LeMa