Home Municipi Municipio XI

Monte Stallonara: continuano i lavori per le opere di urbanizzazione

SHARE
monte stallonara 8

La società aggiudicataria prosegue i lavori, con termine previsto il prossimo febbraio

Dopo anni di stallo l’intricata questione che interessa Monte Stallonara sembra stia trovando una parziale risoluzione. Seguitano infatti i lavori per il completamento del primo stralcio delle opere di urbanizzazione primaria nella zona. Sulla carta le operazioni dovrebbero concludersi a febbraio 2014. Piano di Zona non privo di problematiche quello di Monte Stallonara; una di queste, risolta di recente, era quella che interessava il blocco dei fondi destinati all’Acea per la gestione degli allacci alla rete idrica nelle case dei futuri abitanti. Gli stanziamenti erano infatti bloccati in attesa dell’approvazione del Bilancio di Roma Capitale. Ad oggi questi fondi sono stati sbloccati e da parte del Comune è stato fatto un impegno di spesa. L’Acea quindi indirà una gara d’appalto che servirà ad individuare la ditta aggiudicataria per tale compito. I lavori in tal senso – ci dice Monica Polidori, presidente del Comitato di Quartiere Monte Stallonara – dovrebbero cominciare a febbraio del prossimo anno. Intanto la Maccari Scavi, la ditta aggiudicataria della gara al ribasso per il completamento delle opere di urbanizzazione primaria (fogne, strade e marciapiedi) continua a lavorare senza sosta e i risultati si vedono. Per questo esprime soddisfazione la Polidori, da anni in lotta per portare la situazione che vive il Piano di Zona all’attenzione delle Istituzioni: “Siamo molto soddisfatti del lavoro svolto dalla Maccari Scavi, una ditta che ha sempre lavorato in maniera eccellente. Quello che ci dispiace è che speravamo in una tempistica più corta per la consegna delle case. L’ingresso dei nuovi abitanti negli appartamenti infatti purtroppo, anche in seguito a quanto detto nell’ultima commissione lavori pubblici alla quale abbiamo partecipato, è risultato come ancora non vicinissimo”. In merito alla situazione – oggi risolta – del blocco dei fondi per l’Acea, la Polidori commenta: “Questo fatto non può che turbare i cittadini che devono ancora entrare in possesso delle case anche se tutti sono soddisfatti del lavoro fino ad oggi svolto”. La Polidori conclude parlando del costante impegno del CdQ nel monitoraggio della questione: “Stiamo controllando insieme al Comune nella persona del nuovo Presidente della Commissione Lavori Pubblici Dario Nanni (Pd), e con l’Isveur, che tutte le imprese e le cooperative presenti all’interno del Consorzio Monte Stallonara effettuino i pagamenti dei SAL (Stato Avanzamento Lavori). Stiamo monitorando la situazione per evitare eventuali problemi nel caso questi versamenti non arrivassero o giungessero in ritardo”. Soddisfazione è stata espressa dalla Polidori anche in relazione all’operato del nuovo presidente della Commissione Lavori Pubblici capitolina alle cui riunioni conclude la presidente del CdQ “è sempre presente anche l’ex presidente della commissione, Giovanni Quarzo (Pdl), costantemente invitato da Nanni. I due politici, nonostante il differente colore politico, lavorano a braccetto per il bene dei cittadini”.

Esprime soddisfazione per l’andamento dei lavori anche il presidente del Municipio XI, Maurizio Veloccia, che ha parlato così della situazione vissuta dal Piano di Zona: “In questo territorio paghiamo dei ritardi clamorosi che dimostrano come gli interventi urbanistici non siano coordinati. Il Piano Regolatore prevedeva che non venissero edificate nuove case senza i rispettivi servizi. Purtroppo a Monte Stallonara questo non è accaduto, solo alla fine della passata consiliatura comunale sono state sbloccate le delibere per poter avviare le opere”. L’iter per il completamento delle opere di urbanizzazione primaria che consentiranno ai possessori delle case del Piano di Zona di entrare nei propri appartamenti va avanti, dice Veloccia, e l’azione di monitoraggio del Municipio continua costantemente: “Abbiamo avuto un incontro con l’Isveur il mese scorso per capire quale sia lo stato di avanzamento dei lavori. Siamo soddisfatti, si sta andando avanti e lo si sta facendo in modo serio e serrato; la nostra azione di controllo proseguirà ovviamente ma siamo confidenti nel fatto che si riesca finalmente a fornire il Piano di Zona e i cittadini di servizi e infrastrutture. Un tema importante, una volta completate le infrastrutture primarie, sarà lavorare sulle opere secondarie. Noi lavoreremo affinché per i prossimi stralci e il completamento delle opere di urbanizzazione secondarie l’iter sia più veloce, non vorremmo infatti che dopo aver lottato per l’avvio dei lavori per le opere primarie si debba lottare anche per la costruzione di scuole e servizi, soprattutto perché si tratta di opere pianificate all’interno di un Piano di Zona e non di edilizia spontanea. Proprio per questo da parte del Municipio c’è una grande attenzione concentrata su Monte Stallonara e sull’evoluzione della vicenda”.

Insomma, dopo anni di lotte e disagi la situazione sembrerebbe aver imboccato il binario della risoluzione. Continueremo a seguire la vicenda nella speranza che tutto proceda secondo l’iter che dovrebbe portare a febbraio alla conclusione dei lavori e augurandoci al contempo che per i futuri stralci e le opere di urbanizzazione secondaria previste per il prossimo futuro il percorso possa essere meno ostico.

(tratto da Urlo n. 109 – novembre 2013)

Anna Paola Tortora