Home Municipi Municipio XI

Monte Stallonara: pronta la delibera della giunta comunale

SHARE

Santori annuncia che i lavori cominceranno con l’inizio del nuovo anno. Giusti protesta: “Non c’è mai stata comunicazione con gli uffici del Comune”.


All’inizio di dicembre è arrivato l’annuncio del Consigliere del XV Municipio Augusto Santori (Pdl) che, attaccando la scarsa pianificazione delle precedenti amministrazioni del centro-sinistra che “da tempo cerca strumentalmente di alimentare la protesta della cittadinanza residente, attuale e futura”, assicurava l’inizio dei lavori entro la primavera del 2011. La zona interessata è quella tra via della Pisana e Ponte Galeria e il progetto rientra nel Piano di Zona elaborato dal Comune di Roma (Monte Stallonara 1) per il quale sono stati stanziati 12 milioni di euro. Nel corso del tempo diverse battute di arresto ne hanno rallentato l’azione, su tutte la mancanza di una rete fognaria adeguata a rispondere alle esigenze dell’utenza prevista, che si è stimato essere sulle 3.000 unità. Sciolto il nodo delle fogne e dell’impianto di depurazione di Pisana-Spallette grazie all’intervento dell’Isveur Spa, che si è occupata dell’urbanizzazione primaria della zona, si era ipotizzato l’inizio dei lavori per l’estate di quest’anno, ma prima era necessario intervenire sulla rete viaria, bisognosa di un ampliamento e di una ridefinizione in vista dell’urbanizzazione della zona che vedrà un incremento anche attraverso l’edificazione prevista con Monte Stallonara 2, altro pilastro del Piano di Zona che interessa l’area periferica romana. A settembre era stata ventilata anche l’ipotesi della costruzione di un campo nomadi attrezzato ma adesso arriva quello che sembra essere un punto decisivo della vicenda. Santori infatti sostiene che “solo grazie al lavoro dei tecnici dell’Amministrazione, dell’Isveur SpA e alla costante attenzione dell’attuale Assessore all’Urbanistica di Roma Capitale Corsini, si è potuto provvedere ad un innovativo progetto di ampliamento delle strutture di depurazione della zona. Proposta questa che a brevissimo sarà approvata come delibera dalla Giunta comunale e che di fatto garantirà l’inizio dei lavori di urbanizzazione” imputando alle precedenti amministrazioni la colpa di non aver studiato lo sviluppo e l’ampliamento delle esigenze e avendo pianificato i lavori di urbanizzazione in una zona adibita a discarica. D’altro canto Stefania Giusti (Pd), Presidente della Commisione Urbanistica, lamenta l’assenza di dialogo con gli Uffici tecnici del Comune, con i quali nel tempo afferma non sia stato possibile confrontarsi sulle questioni che di volta in volta hanno riguardato il Piano in questione: “Ho personalmente convocato i Dipartimenti comunali negli ultimi due anni ma non mi hanno mai riposto e quindi, allo stato attuale, il Municipio XV non conosce la volontà del Comune in merito, i Dipartimenti non partecipano a nessuna riunione e per intervenire su certi provvedimenti credo sia necessario che ci sia un accordo tra le parti, anche se alla fine a decidere è l’Amministrazione comunale” e chiude: “In questo modo diventa difficile per la parte politica e quella amministrativa coordinare e pianificare i lavori”. Dall’Assessorato all’Urbanistica non sono in grado di assicurare una data certa per la discussione della delibera ma garantiscono che è già in fase di preparazione, quindi con l’inizio del nuovo anno dovrebbe arrivare qualche novità. Questa la situazione attuale, bisognerà attendere per sapere se la delibera consentirà l’inizio effettivo di tutti i lavori previsti e se si riuscirà a garantire la concordia tra il governo della Capitale e il Municipio.

Stefano Cangiano