Home Municipi Municipio XI

Monti dell’Ortaccio: torna l’incubo discarica

SHARE
montiortacciofaldarepertorio

Il Consiglio di Stato si dovrà esprimere sulla richiesta per un nuovo invaso avanzata dal Colari nel 2012

MONTI DELL’ORTACCIO – Torna l’incubo dei cittadini della Valle Galeria: la possibilità che si ritorni a pensare ad una nuova discarica a Monti dell’Ortaccio. Era il dicembre del 2012, in pieno toto-discariche, quando l’allora Commissario Sottile autorizzava il progetto del Colari per l’apertura di un nuovo invaso a Monti dell’Ortaccio. Unico elemento da presentare era uno studio idrogeologico dal quale si desumesse “l’assenza di pericolo di inquinamento della falda, che nella fattispecie era addirittura affiorante, avendo Colari, nei lavori di scavo, rimosso completamente la barriera geologica naturale esistente, evidentemente per fare un invaso più ampio possibile”, ricorda l’Associazione Ambientalista il Raggio Verde

L’ITER PROCESSUALE – In quel momento fu proprio l’Associazione ad impugnare il provvedimento “per una serie di motivi, tra i quali, in sintesi, l’inidoneità del sito a causa della presenza della falda affiorante e ancora la mancata produzione delle garanzie finanziarie richieste dalla normativa regolante le discariche”. Entrambe queste osservazioni vennero accolte dalla Regione, che revocò il provvedimento. La posizione assunta dai cittadini venne confermata anche dal Tar del Lazio, che non accolse il ricorso del Colari. Purtroppo in extremis il consorzio impugnò tale sentenza, arrivando fino al Consiglio di Stato del quale ora si attende il giudizio.

L’APPELLO – “Per i cittadini della Valle Galeria ritorna l’incubo di una futura apertura della discarica di Monti dell’Ortaccio, sempre che l’appello di Colari dovesse trovare accoglimento in barba al buonsenso e contro ogni ragione tecnica e giuridica – seguitano dall’Associazione il Raggio Verde – Chiediamo ai cittadini della Valle Galeria e in generale a tutti i cittadini romani di opporsi a questo tentativo di sovvertire l’impossibilità più volte dimostrata di realizzare una discarica galleggiante a Monti dell’Ortaccio”.

DAL MUNICIPIO – Dal Municipio XI è il capogruppo forzista Marco Palma a parlare di una possibile ‘tragedia ambientale’. “Se dovesse passare la linea che prevede, in caso di accoglimento del ricorso, l’utilizzo della cava di Monti dell’Ortaccio sarebbe per la Valle Galeria la fine della speranza per il rilancio ed il recupero ambientale dell’intero quadrante – scrive Palma – Chiedo ai consiglieri della commissione per il recupero ambientale della Valle Galeria ed alla Giunta Municipale di avviare tutte le procedure necessarie affinché su questa vicenda la parola fine venga scritta in modo definitivo. Del resto – conclude – insieme ai residenti ormai siamo pronti a tutto, pur di vedere evitata l’ennesima discarica”.

LeMa