Home Municipi Municipio XI

Municipio XI: approvata la mozione sugli affitti dei superstiti della tragedia di via Vigna Jacobini

Marsella M5S: “Si torni indietro su questa decisione che penalizza i superstiti di quella tragica notte”

SHARE

Voto unanime contro il pagamento di migliaia di euro di fitti arretati per i superstiti della tragedia di via Vigna Jacobini
LE RICHIESTE DI PAGAMENTO – Il Consiglio del Municipio XI si è espresso all’unanimità contro il pagamento degli affitti arretrati per le famiglie vittime della tragedia di via Vigna Jacobini. La mozione presentata dal M5S municipale arriva dopo la notizia ripresa dalla stampa romana delle richieste di pagamento degli arretrati da parte di Roma Capitale, nonostante i contratti di locazione non siano mai stati stipulati.

LA VICENDA – La palazzina di Vigna Jacobini crolla il 16 dicembre 1998, provocando la morte di 27 persone. Un processo penale che dura 16 anni si conclude senza condanne, ma nel mentre il Comune di Roma assegna case popolari ai sopravvissuti, promettendo aiuti e agevolazioni. Negli ultimi giorni il Comune è tornato però a ‘batter cassa’, chiedendo ai superstiti di Vigna Jacobini, alloggiati in case comunali, gli arretrati degli affitti degli appartamenti che sono stati loro assegnati. L’allora amministrazione Rutelli assicurò ai superstiti che per i primi cinque anni gli affitti sarebbero stati abbonati. Nel tempo le richieste per stipulare regolari contratti non sono state ascoltate dalle amministrazioni fin quando, negli ultimi giorni, le famiglie si sono viste recapitare fitti da migliaia di euro di arretrati.

LA MOZIONE – A spiegare i motivi del testo è il primo firmatario della mozione, il consigliere penta-stellato Mirko Marsella: “Dopo aver appreso dai giornali che Roma Capitale ha chiesto gli arretrati degli ultimi quattro anni di affitto ai superstiti del crollo della palazzina in via di Vigna Jacobini n.45, crollata nella notte del 16 dicembre 1998, dopo avergli assegnato case di proprietà comunale, insieme al Gruppo del Movimento 5 Stelle abbiamo presentato un atto per scongiurare questa ipotesi chiedendo alla Sindaca e alla Giunta di tornare indietro su questa decisione che penalizza i superstiti di quella tragica notte”. L’idea per dare nuova vita al luogo del disastro resta la stessa che negli anni si è fatta strada: “Ci auguriamo che la Sindaca Raggi prenda in considerazione la nostra richiesta e che al più presto si possa realizzare lì dove è crollato il palazzo un parco giochi dedicato alle vittime del terribile crollo”, conclude il Consigliere 5 Stelle Gianluca Martone.