Home Municipi Municipio XI

Municipio XI, mezzi pubblici: sono 82 le corse soppresse

SHARE
autobus 128

Garipoli FdI: “Serve un piano strategico alternativo, altrimenti siamo pronti a scendere in strada”

LA RIORGANIZZAZIONE – La nuova organizzazione del sistema del trasporto pubblico di superficie nella Capitale, dalla giornata di ieri strutturato non più in base ad un orario teorico di passaggio, ma sull’effettiva “disponibilità di veicoli necessari per la gestione delle corse”, continua a generare perplessità nei territori. Mentre, all’interno del M5S, è stata salutata come un’operazione di trasparenza: “Uno dei nostri obiettivi è quello di essere chiari con i cittadini romani – ha scritto in una nota l’Assessora alla Città in Movimento, Linda Meleo – Non si poteva continuare ad ‘ingannare’ gli utenti dicendo loro ‘il bus passa ogni 5 minuti’ e non mantenendo poi questa promessa”.

LE CORSE SOPPRESSE – In Municipio XI per l’opposizione municipale è il Consigliere di FdI, Valerio Garipoli, ad aver richiesto una seduta straordinaria della Commissione Mobilità e Patrimonio La richiesta avanzata dall’esponente di FdI viene giustificata dai disagi che sarebbero stati subiti da molti cittadini del Municipio XI: “La “riprogrammazione” – sottolinea Garipoli – intende la soppressione di centinaia di corse a Roma e nello specifico ben 82 in Municipio Roma XI”. Le soppressioni delle corse che riguardano le linee che fanno almeno una fermata nel territorio del Municipio XI sono: il 31 – 44 – 98 – 128 – 170 – 228 – 719 – 766 – 773 – 774 – 780 – 781 – 785- 786 – 791 – 792 – 870- 981

CERCARE DELLE ALTERNATIVE – “Mi auguro – seguita Garipoli – che il Presidente Torelli, Assessore Mobilità Lucidi, il Presidente del Consiglio Patrizi e il Presidente della Commissione Mobilità e Patrimonio Zuccalà possano accogliere quanto prima tale richiesta per poter al meglio analizzare, elaborare un piano strategico ed alternativo con Atac, colmando la criticità e attenuando così l’eventuale disservizio ai cittadini e residenti. Se così non fosse – conclude – siamo pronti come Gruppo di Fratelli d’Italia a scendere in strada con i cittadini e residenti che tutti i giorni utilizzano i mezzi pubblici per le loro attività lavorative e personali”.

LeMa