Home Municipi Municipio XI

Municipio XI: salta l’atto sul viadotto, ma restano i disagi per i cittadini

Il M5s vota contro il prolungamento del Consiglio Municipale per discutere l'atto delle opposizioni

SHARE

MUNICIPIO XI – Il Consiglio del Municipio XI non riesce ad arrivare a votazione in merito alla tanto criticata sperimentazione sul Viadotto della Magliana. L’atto presentato dalle opposizioni non viene discusso e votato, e il Consiglio aggiornato.

LA SEDUTA DEL CONSIGLIO – Il documento delle opposizioni sarebbe stato discusso come terzo punto all’ordine del giorno della seduta odierna del Consiglio. Subito dopo l’elezione del Presidente del Circolo Anziani della ‘Parrocchietta’ e l’istituzione del ‘Baby Pit Stop’, nonchè dopo l’intervento dell’ex consigliere di Fdi, Daniele Catalano. I tempi però, stando a quanto riportato dalle forze politiche, non avrebbero permesso la votazione dell’atto. Questo in quanto i tempi si sono protratti fino alle ore 13 e la maggioranza penta-stellata ha votato contro la possibilità di prolungare i lavori avanzata dalla opposizioni.

DAL PARTITO DEMOCRATICO – Il Pd in Municipio XI ha parlato di un M5s che “scappa e abbandona il consiglio per non discutere”. I Consiglieri del gruppo democratico hanno infatti dichiarato che “Durante la seduta il M5S ha perso tempo per arrivare cosi poco prima delle 13 (orario di conclusione del Consiglio) a bocciare la richiesta di prolungamento dei lavori del Consiglio. Il M5s è scappato dalle proprie responsabilità non permettendo più di discutere gli atti in merito. Di conseguenza abbiamo subito richiesto un nuovo consiglio straordinario, per dire No a questa folle sperimentazione”.

LA VERSIONE DEL M5S – Interpretazione diametralmente opposta arriva dalla pagina Facebook del M5s, dove si afferma che i ritardi nella discussione sarebbero stati causati dalle opposizioni: “La vergogna delle opposizioni – si legge sulla pagina dei penta-stellati del Municipio XI – da oggi ufficialmente integrate dai due ex consiglieri M5S passati al gruppo misto, non ha mai fine. Oggi in aula abbiamo portato la loro richiesta di consiglio straordinario sulla viabilità del viadotto della Magliana ma hanno trovato ogni scusa per non discutere l’argomento e gli atti con i soliti “giochetti” di richieste di sospensione e richiami al regolamento e questo perché oltre alla poca presenza dei cittadini, dopo aver ascoltato l’intervento tecnico dell’assessore alla mobilità Stefano Lucidi, non hanno più ritenuto l’argomento così utile per dare contro alla maggioranza”.

I DISAGI PER I CITTADINI – Tralasciando le diverse interpretazioni di dinamiche tutte politiche che poco interessano ai cittadini, c’è da segnalare che le opposizioni hanno nuovamente richiesto un consiglio straordinario per dibattere sulla sperimentazione, e che quindi questa vicenda tornerà presto nell’Aula di via Mazzacurati. Diversa è la percezione che di questa vicenda stanno avendo i tanti cittadini che quotidianamente percorrono la Roma-Fiumicino e che da giorni, nonostante la chiusura delle scuole e l’inizio dell’estate, lamentano tempi di percorrenza molto più lunghi rispetto al normale. La richiesta di questi cittadini è semplice: tornare alla viabilità originale. Il termine di questo intervento è comunque fissato per il 9 agosto prossimo, mentre nelle prossime settimane il Municipio XI dovrebbe incontrare l’Anas e gli altri attori coinvolti per una prima valutazione dei dati. Qualora, come molti affermano, questa sperimentazione non abbia dato i frutti sperati, l’unica possibilità sarà quella di tornare indietro, pensando magari ad altre soluzioni.

LeMa