Home Municipi Municipio XI

Municipio XI: tra alberature e illuminazione, parte la programmazione

SHARE
furto di rame repertorio

Potature e ripristino dell’illuminazione: questi gli interventi del mese di dicembre

Tratto da Urlo n.130 dicembre 2015

MUNICIPIO XI – Proseguiranno per tutto il mese di dicembre gli interventi di ripristino dell’illuminazione, nel Municipio XI, a seguito di ripetuti episodi di furti di cavi di rame. Apprendiamo dal Presidente, Maurizio Veloccia, e dall’Assessore municipale ai Lavori Pubblici, Marzia Colonna, che “è già stato eseguito l’intervento in via Monte Stallonara” e che nei prossimi giorni i lavori riguarderanno anche “via Fosso della Magliana, via Pian due Torri, via della Magliana e via Ponte Pisano”, per poi passare infine “a via Arzana e via Muratella”. Gli stessi Veloccia e Colonna, in riferimento ai furti di rame, parlano di “un fenomeno piuttosto diffuso”, che investe “soprattutto le strade più periferiche, generalmente poco transitate dai pedoni e per questo più esposte ai rischi di furti”. Atti che, sottolineano i due, lasciandosi dietro intere strade al buio, influiscono soprattutto “sull’incolumità pubblica e sulla sicurezza”, anche “stradale”, dei cittadini.

Nelle scorse settimane il Minisindaco si era mostrato risentito nei confronti del modus operandi di Acea, che lo stesso definiva “inaccettabile”: sul suo profilo Facebook parlava di “vibranti proteste” nei confronti della società. Le lamentele, da parte del Municipio, erano infatti sorte anche per due diverse vicende: in zona Portuense, via Maroncelli, in seguito a un guasto alla rete fognaria, era rimasta chiusa per giorni. “Dopo numerose nostre richieste”, dichiarava Veloccia il 20 novembre, “Acea ci ha informati di aver pianificato l’intervento di riparazione. Avverrà solo dopo la conclusione di altri lavori, in corso nella limitrofa via Fuggetta”. Ed ecco l’accusa del Minisindaco: “Tale modalità di lavoro è inaccettabile: ad oggi un intero quadrante è bloccato. Essi si devono fare in ‘parallelo’ e non in ‘serie’”. C’era poi anche via degli Adimari, ancora a Portuense, dove una voragine è rimasta aperta per circa un mese senza che, “Acea abbia fatto il propedeutico lavoro di video-ispezione, nonostante il quarto sollecito del Municipio”. Circostanze che hanno spinto il Minisindaco a parlare di “inaccettabili ritardi”.

Ma le novità sono buone anche per via degli Adimari e via Maroncelli. Su Facebook, il 26 novembre il Presidente ha annunciato che la società ha programmato, intervenendo già, i lavori anche nelle due strade. E, confrontandosi con Acea, Veloccia ha reso noto che si sia arrivati alla conclusione di non attendere mesi per riparare un danno.

Sempre nei giorni scorsi, apprendiamo dal Consigliere municipale in quota Fdi-An, Valerio Garipoli, che in Consiglio veniva approvato il Piano per le potature relativo al 2016, con interventi programmati “su via della Magliana, via Fermi e via Grimaldi”. Critiche da parte di Garipoli al centrosinistra, colpevole, a suo avviso, di aver bocciato l’emendamento delle opposizioni col quale si chiedeva di inserire tra gli interventi di potatura dei platani, anche quelli in “piazzale della Radio, lungotevere di Pietra Papa a Marconi, via Pallavicini a Portuense e via Foiano della Chiana a Magliana” e di essere “disattento” rispetto alle esigenze del territorio, “creando zone di serie A e B”. “Su proposta del Consiglio e dell’Assessorato municipale, abbiamo indicato le seguenti vie: via della Magliana (da via Mondolfo a piazza Meucci), via Fermi, via Grimaldi e via Oderisi da Gubbio, per quanto riguarda le grandi alberature; per quelle più piccole invece sono state indicate via Borghesano Lucchese e via Blaserna, oltre a via Lenin e via Venturi”, fa sapere da parte sua il Presidente Veloccia. “Queste indicazioni”, continua, “saranno consegnate al Servizio Giardini che incrocerà questi dati con valutazioni di carattere tecnico per definire un programma di interventi in ragione sia delle risorse economiche a disposizione, sia dell’ordine di priorità in base ad eventuali situazioni di pericolo”. “Ricordiamo”, conclude, “che la gestione delle alberature non è competenza del Municipio ma del Dipartimento Ambiente di Roma Capitale”.

Martina Bernardini

(Foto di repertorio)