Home Municipi Municipio XI

Muratella: ripartiti i lavori per la scuola di via Pensuti

SHARE
pensuti

Abbattuto il vecchio edificio, completamento previsto nel 2017

Tratto da Urlo n.135 maggio 2016

MURATELLA – Sono ripresi la mattina del 30 marzo i lavori sul plesso scolastico in via Pensuti a Muratella. L’opera, iniziata nel 2007 e mai completata, ha subito diversi stop per rimanere poi abbandonata per anni. All’inizio del 2015 Urlo dava la notizia dell’inizio delle opere di demolizione dello scheletro del vecchio progetto, e che i lavori per la ricostruzione sarebbero dovuti iniziare a metà dello stesso anno, ma così poi non fu. Non è stato infatti possibile, a differenza di quanto auspicato inizialmente, conservare alcuna parte della precedente struttura, ad oggi abbattuta. Per procedere con la ricostruzione, ci diceva il Presidente del Municipio XI, Maurizio Veloccia, a febbraio scorso, “è necessario attendere il nuovo bilancio all’interno del quale saranno reinseriti i fondi per la realizzazione dell’opera”. E a fine marzo, a dare la notizia della ripresa del cantiere, è stato poi l’Assessore municipale ai Lavori Pubblici, Marzia Colonna: “Finalmente, dopo tante traversie, riusciamo a riattivare il cantiere che prevede la realizzazione di un asilo nido e una scuola d’infanzia. Terminate le operazioni di pulizia dell’area, partiranno i lavori di costruzione che dureranno circa 500 giorni”. Il Municipio, concludeva l’Assessore, continuerà “a monitorare per garantire l’apertura della scuola a settembre 2017”.

Veloccia torna ora sulla questione dicendo che “finalmente è stato dato l’ok dal Genio Civile al nuovo progetto della scuola di via Pensuti. Alla fine di marzo sono ripresi i lavori con lo sbancamento per la nuova edificazione che sarà completata nel 2017. Ciò permetterà di avere finalmente una scuola e un asilo nido alla Muratella. Le fondamenta della precedente edificazione erano state costruite male, abbiamo dovuto provvedere ad abbatterle e ricostruirle. Abbiamo chiesto a Roma Capitale di perseguire gli abusi e i colpevoli di questa vicenda incresciosa”. Il Minisindaco uscente ha poi parlato dei fondi: “Con gli stessi soldi siamo riusciti a far cominciare i lavori dalla nuova impresa, ad abbattere lo scheletro dell’edificio precedentemente costruito e a realizzare il nuovo progetto, approvato dal Genio civile e dalla Regione Lazio, il tutto mettendo a sistema una serie di iniziative che porteranno alla realizzazione della scuola. I lavori per l’opera erano stati bloccati dalla Giunta Alemanno, ora siamo riusciti a farli ripartire ma se non ci fosse stato lo stop di 5 anni, adesso sarebbe già aperta. Il prossimo anno riusciremo ad aprire la scuola”. Polemiche le parole a commento della notizia del Consigliere uscente Alessio Marini (M5S), che punta il dito sugli annunci degli anni passati: “È la terza volta che dal Municipio viene promessa la realizzazione della scuola. La domanda che mi faccio è: sono credibili? Secondo me – incalza Marini – no. La maggioranza ha già strumentalizzato in passato i problemi dei cittadini, facendo annunci per fare campagna elettorale. Se adesso avessero un po’ di pudore non farebbero queste promesse”.

Scetticismo a riguardo è stato espresso anche da Daniele Catalano (Fdi), candidato Consigliere in Municipio XI: “Spero che questo non sia solo un annuncio elettorale. Le tempistiche indicate mi sembrano insufficienti, non mi pare plausibile che sia possibile portare a compimento l’opera in così poco tempo. Tendo inoltre a temere che i fondi stanziati, tra una variante e l’altra, non basteranno. C’è da aggiungere che non è mai stato affrontato il tema del come funzionerà la scuola, come verrà attrezzata e gestita, una volta conclusa l’edificazione. Roma è piena di fabbricati costruiti e rimasti vuoti e inutilizzati. Spero nonostante tutto che i lavori non si fermeranno. Bisogna puntare a realizzare questa scuola necessaria ormai per Muratella”.

Anna Paola Tortora