Home Municipi Municipio XI

NEI MUNICIPI XV E XI ARRIVA IL CONSIGLIO MUNICIPALE DEI GIOVANI

SHARE

La parola ai ragazzi del territorio tra gli 8 e i 24 anni su tutte le tematiche giovanili.
Il Municipio XV ha istituito un Consiglio formato esclusivamente da ragazzi e ragazze tra i 15 e i 24 anni che dura in carica tre anni. Un’idea importante e soprattutto innovativa visto che questo Municipio è il primo a Roma a istituire un Consiglio Municipale dei Giovani. I ragazzi potranno proporre delibere che interessino le politiche giovanili oltre a poter offrire un parere preventivo obbligatorio, ma non vincolante, su tutti gli atti del Consiglio del Municipio.

Un terzo dei seggi sarà riservato a ragazzi tra i 15 e i 19 anni, e un terzo alle ragazze; nel prossimo mese di ottobre potranno candidarsi ragazzi e ragazze di tutte le nazionalità, che risiedono nel Municipio o che frequentano una scuola del territorio. “Il Consiglio Municipale dei giovani – dichiara il presidente del XV Municipio, Gianni Paris – nasce con l’idea di avvicinare i ragazzi e le ragazze alla politica e alle attività dell’ente locale. Sarà un vero e proprio Consiglio eletto dagli stessi ragazzi, che si cimenteranno con l’esperienza delle elezioni e, per chi sarà eletto, anche con la vita amministrativa locale. Il modo migliore per veder crescere tra i giovani coscienza civile e senso di appartenenza alla comunità è proprio quello di renderli protagonisti delle istituzioni. Sono molto soddisfatto anche del fatto che il nostro Municipio sia il primo a dotarsi di questo strumento. L’arrivo di 21 ragazzi e ragazze nell’istituzione municipale sarà una conquista per tutto il territorio, con energie nuove e visioni di un mondo che spesso sappiamo guardare solo con occhi adulti. Mi auguro che molti giovani sapranno cogliere l’opportunità di fare un’esperienza così interessante a servizio della comunità”. Ma il quindicesimo non è l’unico a offrire questo servizio. Anche il Municipio XI  ha approvato una delibera per la realizzazione di un Consiglio Municipale dei Giovani per dare voce a due fasce di età spesso ai margini della politica: la prima tra gli 8 e i 14 anni e la seconda fascia tra i 15 e i 24 anni; anche in questo caso i giovani potranno partecipare attivamente su tutti gli atti del Consiglio del Municipio in materia di politiche giovanili. ”Abbiamo inviato una domanda alla Regione Lazio – ha commentato Donato Mattei, consigliere delegato alle Politiche della Partecipazione del Municipio XI – per ricevere i fondi necessari per l’attivazione del Consiglio dei giovani; stiamo aspettando i risultati del bando e i relativi fondi per far sì che questa attività possa autoregolamentarsi. In caso contrario il Consiglio verrà comunque istituito vista l’approvazione della delibera, ma sarà comunque più difficile”. E riguardo agli obiettivi che l’iniziativa si prefigge ha aggiunto: “E’ importante che finalmente i giovani si avvicinino alle decisioni pubbliche, alle istituzioni: lo scopo principale del Consiglio è proprio la partecipazione politica da parte dei ragazzi e la democrazia diretta”. “Un passo importante nella direzione di una maggiore partecipazione dei giovani alla vita politica. – ha affermato Alessio Conti, consigliere delegato alle Politiche Giovanili del Municipio XV – Oltre a costituire, nell’ambito delle politiche giovanili, una fonte da cui attingere ispirazione per la nostra azione quotidiana. Questo strumento riveste particolare importanza poiché permetterà ai ragazzi, rispetto alle tematiche di competenza, sia di formulare proposte di delibera, che il Consiglio Municipale sarà obbligato a discutere, sia di formulare parere, obbligatorio ma non vincolante, sugli atti sui quali il Consiglio Municipale si esprimerà. Al fine di avere un istituto funzionante e rappresentativo è stato approvato contestualmente un regolamento che, nei dettagli, ne disciplina sia la procedura elettorale sia le norme di funzionamento in modo che questo possa essere operativo da ottobre 2009, quando si svolgeranno le elezioni. Sono convinto – conclude Conti – che questo strumento sarà ben recepito sia nelle scuole che nel territorio, dimostrando che investire nei ragazzi e nelle loro idee sia un modo per garantire il futuro di tutti e costituisca una scommessa che valga la pena giocare”. Voce ai giovani, dunque, la linfa che porterà nuove idee nei nostri quartieri, la carica per una conquista maggiore, il futuro del nostro paese.

 


Arianna Adamo

Urloweb.com

SHARE