Home Municipi Municipio XI

Paris: “Un altro attacco ai Municipi: il Campidoglio ora decide anche sulla manutenzione delle strade locali”. A. Santori: “Polemiche strumentali”

SHARE
buche_romane

Pubblichiamo la dichiarazione del Presidente del Municipio XV Gianni Paris e quella di Augusto Santori, consigliere Pdl del Municipio XV.

“Ho appreso questa mattina dal sito del Comune di Roma, che il Sindaco Alemanno e l’assessore Ghera hanno presentato un piano straordinario per la manutenzione delle strade, per una spesa di 68 milioni di euro, che interessa non solo la grande viabilità ma anche quella locale dei Municipi. Nel sottolineare che come Presidenti di Municipio abbiamo appreso di questa iniziativa solo dalla stampa e non direttamente dal Sindaco, trovo assolutamente scandaloso ed illegittimo questo modo di procedere dell’attuale governo capitolino, che viola apertamente il Regolamento del Decentramento Amministrativo. L’art 65, comma 1, del Decentramento, infatti, prevede che ai Municipi competa la manutenzione ordinaria di strade e fognature, “con esclusione delle strade che rivestono carattere di grande mobilità”. Senza consultare preventivamente né informare i Municipi il Campidoglio ha deciso centralmente quali saranno le strade locali su cui intervenire, procedendo alla scelta delle ditte che eseguiranno i lavori con gare a trattativa privata. Non coinvolgere nella manutenzione stradale locale i Municipi è un grave errore. Solo i Municipi, infatti, che erogano servizi a stretto contatto coi cittadini, sono in grado di conoscere la reale situazione delle strade e quindi possono individuare le vie su cui è prioritario intervenire, razionalizzando al massimo le risorse ed evitando sprechi. Sarebbe stato quindi più corretto ed efficace mettere a disposizione dei Municipi le somme che si intendono investire in questi interventi. E’ lecito chiedersi inoltre con quali risorse economiche saranno finanziate queste opere, visto che il Bilancio di previsione 2010 non è stato adottato e se questa procedura sia da ritenersi legittima. Anche questa vicenda rappresenta un ulteriore colpo al Decentramento Amministrativo e la conferma della volontà del Sindaco Alemanno ormai evidente di relegare sempre più ai margini l’attività decisionale dei Municipi.

Augusto Santori, consigliere del XV Municipio (Pdl) replica: “La immancabile polemica strumentale e partigiana del Presidente Paris mi spinge a ribadire che risulti deplorevole vedere un Presidente di Municipio che invece di apprezzare l’intervento del Comune di Roma teso al ripristino del manto stradale di numerose arterie municipali, preferisce polemizzare con il Comune di Roma, tacciandolo di voler realizzare lavori che sarebbero di competenza municipale fino ad arrivare ad accusare impropriamente Alemanno di violare il regolamento sul decentramento”, così dichiara in una nota Augusto Santori, consigliere del PDL del Municipio XV e componente della Commissione Lavori Pubblici.
“In solo un anno il Comune ha rifatto il manto stradale di numerose arterie che da anni attendevano vanamente un intervento di Paris   – prosegue la nota – e questo in tutti i quadranti del territorio, da Piana del Sole e Ponte Galeria fino a Marconi, passando per Portuense, Trullo, Corviale e Marconi. Ciò a differenza di un Municipio che, in più di un’occasione, ha concentrato gran parte dei suoi interventi in alcuni quadranti limitati, con criteri spesso più elettorali che squisitamente tecnici”.
“Purtroppo l’atteggiamento della giunta Paris – conclude Santori – che si è registrato in questi anni non ha eccelso per efficaci interventi in favore della manutenzione delle strade, considerato che più di 300mila euro furono sottratti a questo capitolo di spesa per ricavarne le risorse necessarie ad acquistare dieci jumbo screen da installare nelle piazze del territorio. Una evidente operazione di immagine, nel più rappresentativo stile veltroniano, rispetto a quelle che erano le esigenze più pressanti del territorio, le stesse che oggi spingono il Comune di Roma e l’Assessore Ghera a programmare a livello centrale gli interventi”.