Home Municipi Municipio XI

Pericolo di chiusura per il Farmer’s di Corviale

SHARE
farmers corviale

Il Mercato a Km0 potrebbe chiudere per irregolarità e necessaria manutenzione

IL FARMER’S – Il Farmer’s Market di via Mazzacurati potrebbe chiudere i battenti. Il mercato a Km0 di Corviale potrebbe essere stralciato dalla lista delle tre sperimentazioni portate avanti da Roma Capitale in questi ultimi anni. È attivo dal dicembre del 2011 attraverso un bando pubblico per la selezione degli operatori autorizzati alla vendita, in attesa di un regolamento del Farmer’s Market a livello comunale ad oggi ancora non approvato.

I PROBLEMI – I problemi sulla struttura sembrano essere molti. Con atto di determinazione dirigenziale del Dipartimento Tutela Ambientale, Protezione Civile e Agricoltura si avvisa che, dopo sopralluogo tecnico effettuato il 5 luglio scorso, la struttura presenti diverse criticità. Dagli impianti fino alle infiltrazioni d’acqua piovana, passando per l’impossibilità di rilevare titoli professionali di alcuni operatori.

GLI OPERATORI – Intanto gli operatori sembrano essere sul piede di guerra. A quanto riportato da Il Tempo sarebbero addirittura pronti a farsi carico di un affitto e delle manutenzioni ordinarie e straordinarie pur di salvare la loro postazione di via Mazzacurati. Inoltre il problema sarebbe proprio quello della ufficializzazione della loro posizione, ancora legata ad una sperimentazione della quale non si conoscono gli esiti e la sostenibilità nel tempo.

L’APPELLO – Un appello contro la chiusura della struttura arriva anche dal movimento ecologista EcoItaliaSolidale, con il Presidente organizzativo e quello Nazionale, Ida D’Orazi e Piergiorgio Benvenuti, che si rivolgono alle istituzioni: “Nessun problema grande e minore per quanto concerne la burocrazia può o deve eliminare un buon servizio, basterebbe adottare soluzioni adeguate e rispondenti a tutte le garanzie di correttezza e di trasparenza amministrativa, ma bloccare un mercato con prodotti sicuri ed a KM0 sarebbe proprio una sconfitta di tutti che colpirebbe in modo particolare Corviale e chi ha voluto – proseguono – con enormi sacrifici impegnarsi per un modello di difesa dell’identità agroalimentare del nostro territorio”.

I PRECEDENTI – Non è la prima volta che su questa struttura si accendono i riflettori. Nel dicembre scorso era stata la presidente del Consiglio del Municipio XI, Emanuela Mino, a tornare sulla vicenda, con una lettera datata 9 dicembre in cui chiedeva maggiore chiarezza sulla gestione del mercato. “Un’iniziativa che sta riscuotendo successo ma che ha un futuro incerto, da un lato per la mancanza di indicazioni chiare sulla gestione, sulla modalità di accesso degli operatori e su come l’iniziativa vuole essere portata avanti e dall’altro sul rispetto delle condizioni di legalità all’interno della struttura stessa – scriveva la consigliera Mino – Ad oggi, Roma Capitale non ha approvato un regolamento che disciplini l’attività dei Farmer’s Market né ha comunicato come si sia conclusa la sperimentazione e quali siano le intenzioni per il proseguo di questo importante servizio. A questo si aggiunge che in un sopralluogo svolto dalla Polizia di Roma Capitale nel Novembre 2012 erano, in molti casi, una serie di irregolarità”.

LM