Home Municipi Municipio XI

Ponte Portuense: al via l’ultima fase dei lavori

SHARE
sottopasso portuense 2016 2

Dal Municipio e dalla Soprintendenza arrivano notizie certe: a luglio l’inaugurazione

Tratto da Urlo n.136 giugno 2016

PORTUENSE – È iniziata l’ultima fase dei lavori per il raddoppio del sottopasso di via Portuense, tra via Giuseppe Belluzzo e via Quirino Majorana. Questa nuova tranche consiste nella copertura degli scavi archeologici ed entro luglio è stata annunciata l’apertura definitiva della strada, con l’istituzione di una nuova linea di trasporto pubblico per collegare i quartieri Portuense e Marconi.

Il Soprintendente Francesco Prosperetti e l’ex Presidente al Municipio XI, Maurizio Veloccia, attualmente di nuovo candidato per la stessa posizione, hanno presentato qualche settimana fa, durante una conferenza stampa all’Ex Drugstore, l’avvio della fase conclusiva del cantiere. “La valorizzazione dell’area archeologica all’incrocio tra le antiche vie Portuense e Campana – ha affermato il Soprintendente – non poteva essere penalizzata dall’indispensabile ampliamento della nuova via Portuense. La collaborazione della Soprintendenza con il Municipio XI ha dimostrato che la tutela archeologica può e deve andare di pari passo con la città contemporanea e le sue esigenze”. Piena soddisfazione arriva anche da Maurizio Veloccia, che si è detto “orgoglioso di annunciare la chiusura del cantiere Portuense. Dopo anni di fermo questo Municipio ha riavviato i lavori, combattuto contro il tempo e le problematiche amministrative e portato a termine il cantiere. Dopo il nullaosta della Soprintendenza, oggi si stanno coprendo gli scavi archeologici, si stanno per posare i cavi dell’illuminazione pubblica e subito dopo verrà asfaltata la carreggiata, e la strada sarà aperta al pubblico”.

C’è un’importante novità per i cittadini del quadrante. Il Municipio XI, insieme all’Agenzia Roma Servizi per la Mobilità, ha individuato come ipotesi l’istituzione di una linea bus circolare a servizio di Portuense per un collegamento diretto e veloce con piazzale Ostiense-piazzale dei Partigiani, quindi con la metro B e altri mezzi pubblici. Il percorso prevedrà la partenza da piazzale dei Partigiani, il passaggio nel quartiere di Testaccio, via Ettore Rolli e la via Portuense fino a largo La Loggia e viceversa.

I cittadini sono davvero molto contenti della notizia. L’associazione Portuense Attiva ha commentato con entusiasmo, ma anche con un pizzico di amarezza, la conclusione dei lavori: “La prossima apertura del sottopasso Portuense rappresenta una liberazione dal traffico congestionato ma anche un esempio di ciò che non funziona bene nella città. Roma è la Capitale dei quartieri lumaca e sopporta un livello di traffico senza paragoni rispetto alle altre metropoli europee. O il prossimo Sindaco deciderà di intervenire sul modo in cui si gestiscono i lavori pubblici a Roma e sarà in grado di attuare un piano di mobilità radicale, oppure saremo costretti a vivere non solo questo, ma dieci o cento altri ponticelli”. Anche Daniele Catalano, esponente di Fratelli d’Italia al Municipio XI, non dimentica il passato: “Mi auguro che questo sia l’ultimo annuncio e spero che si possa finalmente ampliare il sottopasso, che ormai è diventato una barzelletta”. E per la valorizzazione dei reperti archeologici Catalano ipotizza la creazione di un “museo del Municipio XI, magari nell’area delle Catacombe di Generosa, dove convogliare tutti i ritrovamenti fatti sul nostro territorio. Ovviamente ogni scelta che verrà operata sui reperti di Portuense dovrà comportare una valorizzazione degli stessi, coniugata a metodologie che non incentivino il vandalismo o il degrado”. Per ora non ci resta che aspettare l’inaugurazione del sottopasso di via Portuense per vedere, finalmente, una delle problematiche più ardue del quadrante, risolversi definitivamente.

Serena Savelli