Home Municipi Municipio XI

Ponte Portuense: nuovi atti vandalici rallentano i lavori

SHARE
Ponte Portuense dicembre 2014 r

Nella notte di domenica il settimo episodio in un anno ai danni della Soprintendenza

NUOVI RITARDI – I cittadini del quartiere attendono da tempo il termine dei lavori per l’allargamento del ponticello di via Portuense. Tra i ritardi amministrativi, i ritrovamenti archeologici e i necessari rilievi della Soprintendenza Archeologica, i tempi dell’intervento sono più volte slittati. Negli ultimi mesi poi ci si sono messi anche gli atti vandalici a rallentare i lavori. A denunciare nuovamente le devastazioni sono stati il Presidente del Municipio XI, Maurizio Veloccia e l’Assessore ai Lavori Pubblici, Marzia Colonna: “Per l’ennesima volta, domenica scorsa, la Soprintendenza Archeologica è stata oggetto di atti vandalici che hanno colpito sia la sede a ridosso del cantiere per l’allargamento della Via Portuense e sia le auto delle funzionarie parcheggiate nell’area antistante”.

GLI ATTI VANDALICI – Quello riportato sarebbe il settimo episodio nel giro di un anno “che, per dinamica e ripetitività, desta particolare preoccupazione – seguitano Veloccia e Colonna – È inaccettabile per un Paese civile che dei lavoratori siano minacciati nello svolgimento della propria attività. Purtroppo è evidente che il ripetersi di questi gravi episodi, oltre a creare gravi danni economici (nelle ultime settimane infatti siamo stati costretti a rinforzare la recinzione del cantiere, mettere la videosorveglianza e garantire la vigilanza notturna) crea anche ritardi nel completamento dei lavori, con conseguenti difficoltà, non solo per la Soprintendenza e il Municipio, ma per tutti i cittadini”.

I TEMPI DEGLI INTERVENTI – Le ricostruzioni secondo cui questi atti possano essere ricondotti all’esasperazione da parte dei residenti, vengono definite ‘fantasiose’ dagli organi municipali: “Non c’è indignazione che possa giustificare atti di violenza ed intimidazioni contro delle lavoratrici – aggiungono nella nota – Vogliamo dire con chiarezza che non ci facciamo intimidire e che gli scavi archeologici andranno avanti e l’allargamento della Portuense sarà completato nel più breve tempo possibile. Lo faremo lavorando assieme ai professionisti della Soprintendenza ed a fianco dei cittadini democratici che ci chiedono risposte, ma rifiutano ogni genere di violenza”.

DALLE OPPOSIZIONI – Le critiche nei confronti dei ritardi nella consegna dei lavori erano state avanzate in più occasioni delle opposizioni municipali. Queste, il primo aprile di quest’anno, si erano addirittura spinte nell’organizzazione di un ‘pesce d’aprile’ su di un fantomatico pedaggio per il transito.

LM