Home Municipi Municipio XI

Portuense: il nuovo Mercato di Vigna Pia aprirà a febbraio

Gli operatori stanno lavorando ininterrottamente per renderlo fruibile a fine mese

SHARE

Tratto da Urlo n.164 Gennaio 2019

PORTUENSE – Ci siamo, finalmente sembra che il Mercato Vigna Pia verrà presto inaugurato. Gli operatori di via Portuense, che si trasferiranno nel nuovo polo commerciale, stanno lavorando da giorni ininterrottamente per cercare di rispettare la nuova scadenza pubblicizzata, quella del 31 gennaio per i lavori, con conseguente apertura fissata per il Primo febbraio. L’intenzione era quella di aprire il mercato durante le feste natalizie, ma gli interventi ancora da realizzare e alcuni cavilli burocratici hanno fatto ritardare nuovamente la data di inaugurazione.

ENTUSIASMO E SODDISFAZIONE – Uno dei passi da fare prima dell’apertura del Mercato Vigna Pia era la costituzione di una AGS (Associazione Gestione Servizi) comprensiva di tutti gli operatori. Il polo commerciale, infatti, fa parte del patrimonio pubblico, ma sono i commercianti i soggetti a cui esso è stato affidato. La costituzione dell’Associazione era uno step fondamentale da superare, e ciò ha allungato ancora un po’ i tempi. “In questo momento gli operatori stanno facendo gli interventi all’interno del mercato – ha dichiarato Giacomo Giujusa, Assessore ai lavori pubblici al Municipio XI – per fare in modo di rispettare la data che hanno anche diffuso a mezzo stampa, quella del 31 gennaio. Dal 1 febbraio, inoltre, chiuderemo il Mercato Portuense, in quanto la maggior parte degli operatori riapriranno la loro attività a Vigna Pia. C’è stato qualche rinunciatario che per via dell’anzianità ha preferito chiudere, quindi qualche box per il momento rimarrà vuoto, ma per poco. I 4 spazi disponibili, in aprile, verranno infatti messi a bando”. La data, quindi, sembra certa e ci è confermata anche dal Presidente dell’AGS del Mercato Vigna Pia, Sirio Bianchi: “I lavori sono iniziati intorno al 15 dicembre e sono andati avanti anche durante le feste. Alcuni box sono stati completati e tutto sta procedendo per il meglio”. In passato ricordiamo che ci sono stati molti dissapori, dovuti proprio al fatto che gli operatori avrebbero dovuto mettere mano ad alcuni dettagli non di poco conto, come le pavimentazioni. “Siamo soddisfatti ed entusiasti e ci stiamo dando da fare perché il mercato abbia il successo meritato – ha continuato Sirio Bianchi – Gli operatori sono convinti del passo che hanno fatto, anche perché si trasferiranno da un plateatico fatiscente a un complesso nuovo e ben fatto. Alcuni hanno rinunciato per una questione di anzianità, non per altro. Ora confidiamo anche nei cittadini, perché spostarsi da un mercato all’altro non è mai facile, ma stiamo lavorando per fare in modo che tutto vada bene”, ha concluso il Presidente dell’AGS.

OPPOSIZIONI SCETTICHE – La notizia della fine dei lavori, e della conseguente apertura annunciata del Mercato Vigna Pia, viene festeggiata da tutti, quindi, come un’ottima novità. Anche perché non solo il quartiere avrà un polo commerciale dignitoso e protetto, ma si chiuderà anche il Mercato Portuense, portando via finalmente quel degrado e quelle condizioni igieniche precarie che da tempo erano state denunciate da più voci.
Le opposizioni municipali, tuttavia, hanno di che lamentarsi: “Sono trascorsi ormai due anni da quando il mercato è stato ultimato – ha dichiarato Maurizio Veloccia, Consigliere Pd al Municipio XI ed ex Presidente – Ricordo che il cantiere riprese grazie alla mia amministrazione, e vedere che a distanza di così tanto tempo non è stato ancora completato il trasferimento del mercato sulla Portuense è un colpo al cuore. Mi spiace anche per i commercianti che questa amministrazione ha preso in giro per due anni. Speriamo che febbraio sia la volta buona”. Critico anche Daniele Catalano, Capogruppo Lega al Municipio XI: “Sembrerebbe che questa volta la data dell’1 febbraio sia quella giusta per lo spostamento. Tuttavia vorrei sottolineare come in tutti questi mesi non si sia mai parlato del futuro. Sembra che il Municipio non sappia che tutti i nostri mercati rionali, da quello di Santa Silvia a quello di Marconi, sono in grande crisi, poiché ormai, in un momento delicato dal punto di vista economico come questo, i mercati non possono sopravvivere rispondendo solo a una domanda commerciale”. Il paragone che sottopone Catalano è quello con i poli commerciali delle altre capitali europee, che non solo dispongono di banchi per la vendita di merce, ma possono essere vissuti come “piazze dove si possono fare esibizioni, cultura, servizi al cittadino e iniziative tematiche, dando spazio all’iniziativa delle AGS e dei privati. Qui si sta eseguendo il compitino, ovvero portare a termine lo spostamento del mercato senza però disegnare un futuro per lo stesso”. Per Valerio Garipoli, Capogruppo di Fratelli d’Italia e Vicepresidente della Commissione Attività Produttive, il trasferimento dal Mercato Portuense è pieno di lacune: ci sono ancora tante difficoltà amministrative da affrontare, dalla demolizione dei box a Portuense agli interventi in capo agli operatori, fino alla gestione della sorveglianza. “Reputo comunque fondamentale – ribadisce Garipoli – l’apertura del nuovo mercato di Vigna Pia, sul quale abbiamo lavorato molto come Fratelli d’Italia al Municipio XI per completarlo, assieme ai Comitati di Quartiere e ai residenti, così come sulle attività degli esercenti e la loro massima operatività economica e commerciale sul quadrante territoriale. Tale trasferimento dei banchi non deve più essere però una chimera, e dobbiamo lavorare in maniera condivisa per concludere un iter amministrativo particolarmente articolato e costoso”.
La data di inaugurazione è ormai alle porte e tutto ci fa supporre che non ci saranno ulteriori intoppi. Anche se alcuni aspetti della vicenda hanno un sapore amaro, come il tempo trascorso e perso, con l’opera pronta e inutilizzata, la notizia dell’imminente apertura non può che essere positiva.

Serena Savelli