Home Municipi Municipio XI

Raid alla Magliana, Paris: “Da tempo avevamo lanciato l’allarme”

SHARE
viadotto magliana

Un fallimento la politica della sicurezza del Sindaco Alemanno. Manifestazione di solidarietà venerdì 19 marzo.

“Voglio esprimere la mia solidarietà, anche a nome di tutti i cittadini del Municipio XV, nei confronti di quanti sono stati coinvolti nell’odiosa di aggressione razzista contro un negozio di via Murlo alla Magliana” dichiara il Presidente del Municipio XV Gianni Paris. “Siamo fortemente preoccupati per quanto è accaduto. Come prime risposte questa mattina nella sede di Villa Bonelli abbiamo organizzato un incontro con i rappresentanti della comunità bengalese, la comunità di S. Egidio, associazioni, i centri anziani, i consiglieri del Municipio, i ragazzi del Consiglio Municipale dei Giovani. Il Municipio. inoltre, ha aderito al presidio che la comunità bengalese ha organizzato per oggi alle 15 in via Murlo. Insieme ai rappresentanti della società civile abbiamo deciso di organizzare una grande manifestazione di solidarietà e contro il razzismo, che si svolgerà il prossimo 19 marzo alle 17, con un corteo che partendo da piazza della Radio giungerà a piazza De Andrè, percorrendo via Murlo.

“Voglio sottolineare” prosegue il Presidente Paris “che questo episodio non giunge affatto inaspettato. Da tempo, infatti, avevamo lanciato l’allarme per l’ escalation di aggressioni ai danni di cittadini bengalesi che si stava manifestando nel Municipio XV. Nell’ultimo periodo si sono succeduti frequenti atti violenti in particolare contro i cittadini di questa comunità, che spesso sono stati derubati dei loro risparmi di notte al ritorno dal loro lavoro, che prestano soprattutto in locali e ristoranti. In tutti casi le modalità di aggressione sono state di gruppo, con tecniche squadristiche e con una matrice chiaramente razzista. Quest’ultimo episodio a via Murlo, il più grave, è stato preceduto da minacce e segnali di intimidazione che si sono ripetute da tempo, a cui non si è dato il giusto rilievo. Questa aggressione ed il clima più generale che si respira in città credo confermi un sostanziale fallimento della politica sulla sicurezza sbandierata dal sindaco Alemanno. Al di là di alcune ordinanze come quelle contro lavavetri e venditori ai semafori, più di facciata che di sostanza, la realtà parla di una incapacità di controllo effettivo del territorio e di mancanza di prevenzione. Il razzismo è un fenomeno di nuovo in crescita, che purtroppo comincia a farsi strada anche in quartieri di grandi tradizione democratica come la Magliana. Vi sono bande che continuano ad agire in totale impunità e che soprattutto si sentono legittimate ad aggredire chi ha la pelle di un altro colore”.