Home Rubriche Go Green

#SchoolRevolution: a scuola di decoro

La segnalazione del gruppo Retake Portuense Monteverde sull’iniziativa porata avanti presso l'Istituto Comprensivo d'Avarna a Portuense

SHARE

 

 

Riceviamo la segnalazione del gruppo Retake Portuense Monteverde sull’iniziativa di formazione e riqualificazione portata avanti con ragazzi, genitori e insegnanti dell’Istituto Comprensivo d’Avarna a Portuense.

#SchoolRevolution! È il nome dato dai ragazzi al progetto di riqualificazione della loro scuola, che seguirà per tutto il prossimo anno.

I volontari di Retake Roma hanno tenuto una lezione di educazione civica per mostrare agli alunni, in maniera concreta, cosa significa vivere in un ambiente curato e decoroso, la differenza tra legalità e abusivismo, il rispetto dei beni comuni (e quindi della propria scuola) e dell’ambiente, dove è intervenuto anche Domenico Basile, responsabile della commissione scuole del Municipio. 

Si è parlato di legalità, di sussidiarietà (art. 118 della costituzione), di arte legittima, della teoria delle finestre rotte, dell’integrazione sociale, dell’orgoglio e senso civico, in un percorso di collaborazione tra cittadini, Comune, Sovrintendenza, Forze dell’ordine e Istituzioni. 

Sono state pianificate delle giornate di riqualificazione dove gli alunni, insieme ai professori, ai genitori guidati dal Comitato Genitori IC D’Avarna e al gruppo Retake Roma Portuense Monteverde hanno riqualificato parte della scuola media con un progetto propedeutico al prossimo anno. Nel team anche l’artista Tina Loidice che, insieme ai docenti di educazione artistica, seguirà i ragazzi nella fase progettuale per la realizzazione di un’opera all’interno della scuola. I docenti di scienze lavoreranno con gli alunni alla progettazione degli spazi verdi, cura e mantenimento.

Durante la sezione operativa, i ragazzi, coadiuvati da retaker e genitori, hanno sistemato parte del giardino, pitturato parte dei muri imbrattati dentro e fuori la scuola, tolte erbacce e spazzatura, cercato di dare luce alla palestra togliendo le scritte vandaliche dalle vetrate. I genitori si sono occupati del verde interno, hanno sostituito la rete perimetrale, hanno dipinto il cancello di entrata e pitturato il muro dove verrà realizzato dai ragazzi il murale nel prossimo anno scolastico. I retaker hanno riqualificato il muro esterno vandalizzato da tag, cercando di riportare un po’ di normalità, nel rispetto degli studenti che frequentano la scuola e quali futuri cittadini romani.

E ieri si è svolto un ulteriore intervento da parte di retaker e genitori per finire di eliminare tutte le scritte vandaliche davanti all’entrata della scuola, cosa che non era stato possibile durante il faticoso #retake del 17 maggio.

Un team davvero agguerrito. 
Insieme al fantastico gruppo dei genitori guidato dal Comitato Genitori IC D’Avarna e a retaker venuti da quartieri diversi come Prati e Ostia, è stato realizzato un lavoro eccellente: chi ha finito di sistemare l’intonaco mancante all’interno del giardino, chi ha pitturato la ringhiera esterna arrugginita, chi ha raccolto una quintalata di spazzatura dallo spazio verde, chi ha rimosso le scritte vandaliche dal muro esterno.

Adesso, passando la differenza si vede davvero.
Ma non è finita qui…

Continuate ad inviarci le vostre segnalazioni a lettori@urloweb.com